L’esplosione in un appartamento a Rivarolo Canavese, nel Torinese, ha provocato la morte di due persone. Si tratta di un uomo di 66 anni, deceduto per le gravi ustioni, e trovato sotto le macerie dai vigili del fuoco. Mentre una donna, che vive in un condominio vicino, per lo spavento è andata in arresto cardiaco ed è stata ricoverata all’ospedale di Ivrea (Torino). Dove è stato portato anche un vigile del fuoco, rimasto intossicato. Le condizioni della donna sono apparse subito disperate e poco dopo è deceduta.

Secondo i vicini di casa l’uomo si sarebbe suicidato. I testimoni raccontano che il 66enne “soffriva da tempo di depressione”. Tuttavia non è detto che volesse fare saltare in aria l’edificio. “Probabilmente – dicono – le sue intenzioni erano soltanto di uccidersi con le esalazioni di gas”. Al momento, tuttavia, le indagini dei carabinieri e i rilevamenti dei vigili del fuoco non escludono l’ipotesi dell’incidente.