A quattro mesi dalla bocciatura della legge Fini-Giovanardi da parte della Corte costituzionale, le carceri sono ancora piene di persone arrestate per effetto di una legge dichiarata incostituzionale. La denuncia arriva da Franco Corleone, garante dei diritti dei detenuti della Regione Toscana, nel corso della presentazione al Senato del “Quinto libro bianco sugli effetti della Fini-Giovanardi“. “Manca un provvedimento legislativo – continua il garante – i tribunali sono al momento ingolfati. Solo in pochi casi è avvenuto il ricalcolo della pena ma si parla di numeri esigui dato che è un problema che riguarda migliaia di persone”. “Il decreto Lorenzin, che ha normato la materia dopo la sentenza della Consulta – aggiunge Stefano Anastasia dell’Associazione Antigone – non ha predisposto una soluzione al problema. Da questo punto di vista è un’occasione mancata”  di Annalisa Ausilio