Credo in Renzi perché lui è proprio un prodotto, un figlio del modo di fare politica di Berlusconi. Sono felice che sia apparso un Renzi nella scena politica italiana. Insieme Renzi e Berlusconi faranno le riforme“ Lo afferma Ennio Doris, numero uno di Mediolanum, a “Mix24”, su Radio 24. “Ritengo che a Renzi sia piovuta la storia addosso” – continua Doris, che si professa un ‘berlusconiano puro’ – “perché si trova in una condizione nella quale non si è mai trovato nessun primo ministro. In primo luogo, se lui dà le dimissioni il presidente della Repubblica non ha alternative e quindi con questa arma in mano può imporre molte cose agli altri politici. E, in secondo luogo, è la prima volta che c’è un accordo con l’opposizione per fare le riforme”. L’imprenditore si esprime anche sugli stipendi dei manager pubblici: “E’ vero che sono troppo alti, ma c`è un mercato. Se un top manager è veramente bravo e tu non lo paghi a sufficienza, se ne va e quindi quella banca ha un danno e quindi anche i dipendenti. Però molto spesso si paga chi non se lo merita”. Doris, infine, rende un omaggio a Silvio Berlusconi, lodandone la lealtà, la generosità e l’intelligenza