“Maturando disperato? Ti aiuta ScuolaZoo con l’account di WeChat“. Il servizio offerto dal portale prometteva di aiutare gli studenti chiamati ad affrontare l’esame di Stato: bastava mandare una foto della traccia del tema con allegato il nome della scuola e l’indirizzo durante la prova di maturità per ottenere in tempo reale sul cellulare, attraverso l’applicazione, l’elaborato svolto da un team di professori. Ma la Polizia postale, che in questi giorni ha svolto un serrato monitoraggio della Rete e in particolare dei siti specializzati sulla scuola, ha denunciato i titolari del portale web ScuolaZoo e il gruppo di docenti che era stato predisposto per istigazione a delinquere e violazione della norma che sanziona ‘chiunque, con qualsiasi mezzo, offre di procurare od eseguire dissertazioni, studi, pubblicazioni, progetti tecnici ovverosia quello di produrre tali scritti ad esami pubblici’. La Procura della Repubblica presso il tribunale di Milano, ha emesso un decreto di sequestro preventivo di urgenza della pagina web di Scuolazoo “per non aggravare le conseguenze del reato, essendo il servizio – spiegano alla Polizia delle Comunicazioni- comunque consultabile da parte degli studenti al momento dell’esecuzione degli esami di maturità”.

Da ScuolaZoo specificano però che il sito e la pagina Facebook “sono online e visibili e le attività della community si stanno svolgendo regolarmente”. Quello che “è stato imposto dalla Polizia Postale, incaricata dal Tribunale di Milano – specificano – è un ‘decreto di sequestro preventivo’ per la singola pagina, prontamente modificata secondo le indicazioni ratificate ufficialmente”. “Nell’articolo contestato – prosegue la nota di ScuolaZoo – il testo è stato definito fuorviante in quanto poteva lasciare intendere agli studenti di poter fotografare le prove d’esame. ScuolaZoo sottolinea che il post modificato è una singola pagina sui 9 milioni di pagine viste nel mese di maggio”. “Nessun’altra disposizione è pervenuta né ai fondatori di ScuolaZoo né ai collaboratori – conclude la nota – che, come ogni anno, continuano ad accompagnare i maturandi in questo percorso di crescita, con l’entusiasmo che da sempre contraddistingue la community”.