“I vincoli imposti dalla Germania non sono sostenibili sul medio lungo periodo se vogliamo ritrovare la crescita“, il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi la prende alla larga e non parla direttamente del documento di valutazione della Commissione Europea sul nostro paese e poi aggiunge: “La prima cosa da fare è togliere dai vincoli gli investimenti in infrastrutture“. Chi non usa mezzi termini per cavalcare in chiave politica la valutazione della commissione è il governatore lombardo Roberto Maroni, che a margine della riunione degli industriali varesini, ha sottolineato che “non bastano le promesse, temo che in autunno ci sarà una manovra bis anche se Padoan dice di no. Soprattutto le coperture sono messe in discussione e questo sarà un problema serio per il governo”   di Alessandro Madron