Ecco l’ultima confessione di Maria Concetta Cacciola, la testimone di giustizia che dopo aver ritrattato le sue dichiarazioni sulla cosca calabrese dei Bellocco era rientrata a Rosarno (provincia di Reggio Calabria) abbandonando il programma di protezione. Questo audio è stato registrato pochi giorni prima che Maria Concetta fosse trovata morta in bagno dopo aver ingerito dell’acido muriatico. Nei giorni scorsi, la Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria ha arrestato i genitori e il fratello della testimone di giustizia. In carcere sono finiti anche i due avvocati Gregorio Cacciola e Vittorio Pisani accusati di aver scritto il testo di questa registrazione e di aver costretto Maria Concetta a ritrattare tutte le sue dichiarazioni rese nei mesi precedenti ai magistrati della Dda  di Lucio Musolino