(Cosa sta succedendo ad Alcatraz, riassunto delle puntate precedenti).

Per il 2014 abbiamo deciso di impegnarci sull’autocostruzione, un movimento che tra l’autocostruzione di macchine, stampanti 3D, case, pannelli fotovoltaici sta conoscendo un’esplosione.
Quello dell’autocostruzione ci sembra un modo di pensare che ben combacia con le attività di gruppi d’acquisto, corsi e laboratori creativi che stiamo portando avanti da 32 anni.
Abbiamo pensato di metterci al  servizio di questa idea nel modo che sappiamo fare meglio, cioè mettendo in contatto persone interessate e fornendo informazioni e opportunità di formazione.
Stiamo quindi cercando contatti con gruppi di autocostruttori allo scopo di organizzare sia alcuni corsi: autocostruzione di una stampante 3D, progettazione di oggetti 3D, un laboratorio durante il quale costruire effettivamente una piccola casa in 3D, autocostruzione di macchinari agricoli (no 3D), autocostruzione di una casa di paglia (no 3D). Questi corsi, come tutti i corsi di Alcatraz, sono gratuiti per chi non ha soldi. Stiamo anche creando un collettivo di lavoro e scambio via web su questi temi (se ti interessa avere informazioni sulle future attività scrivi a  elena@alcatraz.it; usa questo indirizzo per avere informazioni e contatti anche per gli altri gruppi di lavoro, sotto elencati).
I corsi sull’autocostruzione fanno parte di un’iniziativa più vasta di Alcatraz e del Nobel per i Disabili allo scopo di formare professionalità e far nascere gruppi che lavorino a rete e che riescano a produrre reddito. Crediamo che nonostante la crisi ci siano molte possibilità di lavoro se si inventano nuovi modi di lavorare e fare impresa.

I corsi che stiamo organizzando sull’autocostruzione vanno quindi nella stessa direzione dei seminari che stiamo già gestendo (qui tutti i corsi in programma a Alcatraz) :
14-16 febbraio: Corso di sartoria di base 

Corso per la produzione di applicazioni per smartphone e realizzazione di animazioni in vettoriale, ormai arrivato alla conclusione del livello 1 con la produzione della prima app, ora in fase di finissaggio. L’incontro conclusivo si terrà dal 7 al 9 marzo (Tutti i video delle lezioni sono disponibili gratuitamente su alcatrazonline. Qui la presentazione del corso

Laboratorio di Cucina da Strada. È un’iniziativa nata su richiesta di un gruppo di donne arabe e ha l’obiettivo di creare microimpresa fornendo formazione, assistenza tecnica, legale e professionale, un camioncino Ape, modificato come cucina ambulante (autocostruito), nonché un sistema di microcredito per pagarlo. Non è ancora stata fissata la data del primo seminario.

Sta partendo la prima serie di seminari della scuola di Naturopatia Complementare, cioè formiamo operatori capaci di utilizzare alcune pratiche elementari, scientificamente riconosciute come validi complementi alle terapie moderne, ma poco utilizzate negli ospedali (massaggi, arteterapia, riequilibrio del respiro, posturale e muscolare) (Presentazione on line,  Video presentazione. 

Da 2 anni è attivo un Laboratorio di Scrittura che ha realizzato un libro, un fumetto e uno spettacolo teatrale e musicale sugli indiani Seminole (Presentazione laboratorio.  Storia dei Seminole versione completaVideo Seminole Dario Fo: )
Libro + dvd usciranno in libreria prossimamente. Abbiamo anche realizzato le riprese dello spettacolo e speriamo di poterlo far arrivare in tv.
Ora questo collettivo ha iniziato un secondo lavoro di ricerca sulla storia delle rivolte degli schiavi brasiliani (presentazione Laboratorio Kalunga)

Dopo un anno e mezzo di lavoro preparatorio il Gruppo di lavoro web sulle ecotecnologie è ora pronto per produrre con continuità Ecotecno, settimanale digitale di approfondimento sulle tecnologie ecologiche e sociali. (vedi qui i due numeri)  Stiamo trattando per uscire in accoppiata con un’altra rivista digitale in italiano e inglese.

Gruppo di lavoro sulle invenzioni sociali solidali e cooperative in Italia. Un indice delle buone pratiche che invieremo gratuitamente ad associazioni e cooperative sociali per far conoscere le esperienze italiane che hanno dato risultati positivi (e a volte straordinari).

Gruppo di lavoro sulle tecnologie a basso costo studiate per i paesi in via di sviluppo. Anche qui si tratta di realizzare un indice delle invenzioni realizzate e sperimentate con successo. Il libro digitale, tradotto in inglese, francese, spagnolo e arabo, sarà inviato a onlus di tutto il mondo (miracoli della rete).

Complementari a questi seminari sono alcuni incontri che si svolgono periodicamente su:
Come fondare una cooperativa (aspetti tecnico legali e fiscali)
14-16 maggio: Corso di Formazione sull’imprenditoria cooperativa
Come promuovere un’iniziativa sociale seminario sulla comunicazione a basso costo.
Come accedere ai finanziamenti europei per attività solidali, culturali o produttive. Data da definire.

Si è poi creata in rete un gruppo di volontari solidali che supporta il Nobel per i Disabili; comprende avvocati, psicologi e tecnici di vari settori; si occupa sia di seguire direttamente alcuni casi di disagio sociale, sia di organizzare iniziative e di offrire supporto alle associazioni solidali. Questo gruppo collabora anche all’organizzazione dei seminari che stiamo qui elencando.
Un altro settore nel quale siamo impegnati è quello del supporto al movimento dei gruppi di acquisto.
In questo campo abbiamo promosso la realizzazione del progetto dell’Ecovillaggio Solare di Alcatraz. L’obiettivo è quello di costruire un sistema replicabile per permettere alle persone di diventare proprietari di un appartamento autocostruito o farlo realizzare da un’impresa ottenendo costi più bassi e migliori garanzie; stiamo costruendo case in classe A super, con spazi condivisi e ogni abitazione è dotata di 2000 metri quadrati di orto, giardino, prato e bosco privati, stiamo anche progettando un gruppo di case in autocostruzione assistita, in collaborazione con Banca Etica e il Comune di Perugia, per chi non ha disponibilità economiche.
Progettiamo anche la realizzazione di un sistema collettivo di connessione internet ad alta banda con possibilità di telefonare gratuitamente, un sistema di car sharing con auto elettriche e sistemi di consociazione degli acquisti. Il progetto è arrivato alla fase della costruzione e stiamo ultimando i primi 19 appartamenti (tre ruderi restaurati) a breve inizieremo il restauro di altre 19 abitazioni.
Oltre al gruppo d’acquisto dell’Ecovillaggio sosteniamo in collaborazione con Commercioetico.it gruppi di acquisto sul fotovoltaico (350 impianti costruiti in tutta Italia), eolico,  olio d’oliva extravergine bio, telefonia fissa e adsl, energia elettrica da fonti rinnovabili.
Anche qui l’intento è quello di ottenere prodotti di migliore qualità a prezzi convenienti attraverso la forza contrattuale del gruppo. Un altro modo per far funzionare diversamente l’economia. E l’econotua.

Un’osservazione strategica.
Abbiamo adottato la forma organizzativa dei collettivi di lavoro via web perché pensiamo che abbia delle enormi potenzialità (vedi Linux o i botanici che hanno selezionato il vetiver sterile per biomassa, disinquinamento e consolidamento del terreno). L’idea è che questi gruppi (autonomi e autogestiti) possano diventare strumento di lavoro e di produzione culturale ma che possano essere anche lo strumento per dar vita a una rete di persone interessanti che hanno voglia di incontrarsi, di conoscere altre persone che vivono sulla stessa, particolare, lunghezza d’onda. Siamo convinti che la vita sia soprattutto l’arte dell’incontro.
Questi gruppi si spera che diventino anche uno strumento per creare solidarietà, scambio e reciproco sostegno. Una collettività collaborativa e indirizzata verso azioni concrete e fattive, che non ha niente a che vedere con un partito o simili. Il modello comunque è simile a quello dei meetup, ma invece di avere una base territoriale e politica, i gruppi si costituiscono su base tematica e hanno un obiettivo di autoformazione e di creazione di nuove modalità di lavoro, oltre che diventare luoghi di reciproco scambio esistenziale.