È vero che ero nel letto con quella donna dai seni grandi ma non abbiamo fatto niente.
Lo so che molti non mi crederanno, soprattutto quelli che scrivono commenti velenosi sotto i miei articoli. Qualcuno scriverà: “Sei come Berlusconi che prima scopa e poi nega!”. Qualcuno arriverà a dire che mi ha persino visto, dalla finestra di fronte, che grufolavo. Ma tu spero che mi creda.

L’ho detto a mia moglie Eleonora e lei mi ha creduto.
Ero appena uscito da quella casa e lei mi ha telefonato. La vibrazione del cellulare sul letto mi ha svegliato e io gliel’ho detto.
Nel sogno non me la sentivo proprio di far l’amore con una sconosciuta. Troppo complicato. Al di là che Eleonora ci sarebbe restata male. Sono un monogamo compulsivo. L’idea di avere un incontro ravvicinato con un’altra donna mi crea ansia. Che sei lì nudo e sudato e proprio non ti viene in mente niente da dire. Vorresti solo essere da un’altra parte.

Stamattina mi ero svegliato alle 6 e 50 allo scopo di mandare a scuola mia figlia. Non ci sono riuscito e sono tornato a dormire. È difficile convincere tua figlia ad andare a scuola tutti i giorni quando tu pensi che sia un’ingiustizia. I figli dovrebbero alzarsi la mattina entusiasti di andare a imparare i segreti del mondo. Se questo non succede è colpa della scuola che non sa insegnare perché è incapace provocare passione.
Ogni volta che dico che la scuola italiana fa schifo schiere di insegnanti si incazzano. Allora devo chiarire: esistono insegnanti meravigliosi che fanno un lavoro straordinario nonostante sia mal pagato. Insegnare ai figli è una roba talmente importante per la vita nostra e loro che gli insegnanti dovrebbero essere pagati almeno il doppio di un direttore di banca. E i soldi ci sarebbero se non si rubassero o buttassero dalla finestra 500 miliardi l’anno. Vaffanculo! Ma bisogna anche dirlo che la scuola nel suo complesso è patetica e piena di insegnanti che hanno la segatura nel cervello, spaventosi problemi sessuali, sono depressi e hanno la potenza passionale di un ferro da stiro.

E la prova è facile da vedere.
Faccio un esempio.
Trovi sul web un video dell’Eredità nel quale alla domanda: quando Hitler è stato nominato cancelliere ben tre concorrenti rispondono rispettivamente: 1948,1964, 1979. La terza concorrente dà la risposta giusta ma era l’unica rimasta. Una delle tre concorrenti, giovane e carina, risponde anche che Mussolini incontrò Ezra Pound nel 1964.
Come è possibile?
Sono sgomento.

E per partecipare ai quiz televisivi bisogna superare una selezione. Quindi questi tre concorrenti non sono rappresentativi dell’italiano medio: sono parte di un’élite di sapientoni. E mi chiedo: a che punto sta l’ignoranza dell’italiano medio? (Forse dovremmo rivedere alcune idee sugli italiani e sulla politica).
Ora questi tre cristiani che non sapevano niente di Hitler, si sono fatti almeno 13 anni di scuola, andandoci quasi tutte le mattine. E i loro genitori si sono dovuti dannare e legargli le caviglie ai trattori per tirarli fuori da sotto le coperte (esiste un paradiso particolare per i genitori?).

Escono dalla scuola e non sanno niente sulle cose fondamentali della vita. E non solo i fatti rilevanti della storia recente. Non sanno niente sugli antibiotici, il parto, come si legge una busta paga, dov’è il Punto G, come funzionano gli interessi sul mutuo. Zero. E diamo pure la colpa a schiere di ministri dell’istruzione semianalfabeti che hanno fatto programmi scolastici emotivamente morti… Ma anche gli insegnanti hanno qualche responsabilità. Non è che i sindacati hanno fatto fuoco e fiamme! E se tu lavori in un posto dove ci sono regole di merda e non ti incazzi non sei innocente.

Qualcuno sicuramente mi riempirà di improperi dicendo che questo è un articolo sconclusionato e caotico. E tu, pretendi che io scriva un articolo armonicamente sensato? Perché?
E a Letta e ad Alfano che gli fai?

Dopo che mi ha telefonato Eleonora mi sono sentito nel dormiveglia la rassegna stampa in tv. Raccontavano quella storia orribile di Lampedusa, con gli internati nudi a pigliarsi secchiate di disinfettante. E Letta e Alfano dicono: i responsabili verranno puniti. E cosa fai, bambolone, ti dai i pugni in faccia da solo?
A Lampedusa sono tenuti da anni in situazioni spaventose, dormono all’aperto sotto un telo di plastica, e quando Papa Francesco offre tende, le autorità rifiutano di accettarle per paura che i picchetti e i tubi di sostegno delle tende vengano usati come lance (!!!)… E chi è il responsabile di questo schifo se non Letta e Alfano e i loro predecessori (nel caso di Alfano, Alfano).
Da paura. Sempre giù a dar la colpa agli altri.

Che poi questo dar la colpa ai sottoposti è una vergogna morale italiana. In Scandinavia, come in Giappone un capo che dà la colpa a un suo sottoposto viene considerato un traumatizzato sociale ed escluso dal consesso civile. Mille volte meglio prendersi la colpa intera! (Il capitano sei tu, porca miseria, sali sulla nave, cazzo!)
Ma qui la maggioranza della gente non sa chi era Hitler… Cosa vuoi che capisca del senso dell’onore e della logica. Il problema dell’Italia non sono i ladri e i furbi, ma questa massa di pecoroni che ascoltano un tg come quello di stamattina, fanno una scoreggina e continuano ad accettare di bere pipì etichettata come Beaujolais nouveau convinti che l’importante in tavola sono i sottopiatti.
Sono zombie.
Quindi da oggi in poi non aspettatevi più articoli che seguano una logica, da me. La considero una forma di protesta.
E scriverò anche frasi oscene, tipo “Mi avete rotto il cazzo!”.
Vaffanculo agli zombie!

Ps
Se ti interessano profonde riflessioni sul benessere e le cure vedi Sei un tutt’uno! E se te ne accorgi campi di più