La Volkswagen Golf non è un’auto che ha bisogno di presentazioni, visto che la prima generazione di questa vettura risale al 1974, quasi quarant’anni fa. L’anno scorso, invece, ha debuttato la settima generazione, svelata in un mega evento a Berlino, con la cancelliera Angela Merkel a fare gli onori di casa. La nuova Golf ha già raggiunto gli obiettivi prefissati per quest’anno dal management del costruttore di Wolfsburg. Ha conquistato l’ambito premio di “Auto dell’Anno” e, nonostante la crisi economica che sta attanagliando il Vecchio Continente, ha già conquistato la leadership del mercato europeo con vendite in aumento rispetto al 2012. La Golf è da sempre ambasciatrice della famosa qualità costruttiva tedesca, ma recentemente è emerso un difetto che affligge alcuni esemplari della nuova generazione.

Stando a quanto emerso dalla prova di durata effettuata dall’autorevole testata giornalistica Auto Bild, la nuova Volkswagen Golf ha un problema al sistema di climatizzazione. Nell’esemplare utilizzato dalla rivista tedesca è stata riscontrata la presenza di acqua all’interno dell’abitacolo, causata dal montaggio non corretto del tubo di sfiato dell’acqua condensata in eccesso. Questo tubo è situato all’altezza del sedile del passeggero anteriore e l’acqua normalmente fuoriesce all’esterno.

Auto Bild sottolinea la rischiosità di questo difetto, non solo per la possibile formazione di muffa a causa del tappetino impregnato di acqua condensata o il persistente appannamento delle superfici vetrate, ma anche per il fatto che l’acqua potrebbe danneggiare l’impianto elettrico per la presenza di cavi sotto il vano del lato passeggero anteriore. I tecnici del settimanale automobilistico tedesco consigliano ai possessori della nuova Golf il controllo del livello di umidità del tappetino destro ed, eventualmente, una visita presso un punto di assistenza della rete autorizzata Volkswagen.

Questo problema, sempre secondo Auto Bild, affligge oltre 300.000 esemplari della nuova Golf, prodotti fino allo scorso giugno, momento in cui anche Volkswagen ha appreso dell’esistenza del difetto. La casa tedesca minimizza il problema e non è intenzionata ad avviare alcuna azione di richiamo per il suddetto difetto. In un’intervista rilasciata all’agenzia Reuters, un portavoce del gruppo Volkswagen ha dichiarato che il problema è stato riscontrato in sole 46 nuove Golf, a cui è stato modificato il tubo di sfiato per evitare eccessiva condensa all’interno dell’abitacolo.

Anche in passato, la Volkswagen Golf ha avuto problemi legati all’infiltrazione di acqua e umidità che hanno interessato migliaia di esemplari della quarta generazione, considerata da tutti i golfisti la migliore Golf di sempre. A causa di un anomalia di produzione della guarnizione della testina barra sterzo, in migliaia di esemplari dell’allora Golf Variant (con carrozzeria station wagon) poteva verificarsi un infiltrazione di acqua nello snodo della barra sterzo, con conseguente accumulo di sporco e usura prematura delle testine barra sterzo. Su alcuni esemplari della Golf 4motion (a trazione integrale) dell’epoca, invece, esisteva la possibilità di un’infiltrazione di umidità negli snodi guida dell’asse posteriore, le cui conseguenze potevano essere la corrosione e, in casi singoli, la rottura del braccio trasversale.