La Presidente della Camera, Laura Boldini, ha incontrato stamane l’associazione ‘Tutti a scuola’ che si batte per il pieno inserimento dei ragazzi disabili nelle scuole italiane davanti Palazzo Montecitorio a Roma. Motivo della protesta spiega il presidente dell’associazione Tuttiascuola-onlus Antonio Nocchetti le mancanze delle strutture d’insegnamento italiane: “Nelle scuole italiane sono aumentate le domande d’iscrizione di studenti disabili: 5200 a fronte di una disponibilità di soltanto 90 nuovi insegnati di sostegno. Vanno preso provvedimenti”. Durante l’incontro, Nocchetti ha inviato la Boldrini alla prossima edizione di giochi senza barriere e la Boldrini, dopo aver assicurao la sua prensenza, si è lasciata scappare una frase sibillina – registrata dai microfoni de ilfattoquotidiano.it – circa la difficile situazione di governo e l’ipotesi di nuove elezioni: “Non so se l’anno prossimo sarò Presidente della Camera dei Deputati”  di Manolo Lanaro