Come ogni anno, la più grande fiera europea di videogiochi è stata anticipata da una giornata interamente dedicata agli annunci e alle conferenze stampa. A ventiquattro ore dall’apertura dei cancelli della Gamescom di Colonia, Microsoft, Electronic Arts e Sony hanno popolato tre diversi auditorium della città renana di addetti stampa per un assaggio dei rispettivi cataloghi. L’attenzione, naturalmente, era tutta rivolta alla nuova generazione di console, e alla sfida tra Xbox One e PlayStation 4, che non ha risparmiato qualche piccola sorpresa.

L’apertura delle danze è toccata a Microsoft, che in mattinata ha tenuto una brevissima conferenza con qualche annuncio, seguita da uno showcase dove era possibile provare direttamente i principali titoli del catalogo di Xbox One. La presentazione ha confermato come le politiche della rivale Sony continuino a influenzare il modus operandi di Redmond, dato che sono state annunciate diverse forme di supporto per gli sviluppatori indipendenti. Poi è arrivata la conferma di quanto anticipato nei giorni scorsi, ossia l’inclusione di una copia digitale di FIFA 14 in ogni confezione di Xbox One preordinata, senza alcuna variazione sul prezzo già annunciato, ossia 499 euro. Una mossa che, come già anticipato, potrebbe suscitare grande interesse in Europa, ma lascerà del tutto indifferenti i mercati d’oltreoceano. In chiusura, è stato annunciato un nuovo capitolo della saga di Fable, destinata a continuare nonostante l’abbandono del padre spirituale Peter Molyneux. Gli studi inglesi di Lionhead sono già al lavoro sul nuovo capitolo, che vede nella cooperativa online per quattro giocatori la sua principale novità.

Nel tardo pomeriggio è stata la volta di Electronic Arts, che ha tenuto una conferenza piuttosto avara di contenuti inediti, con un’unica illustre eccezione. Grande enfasi è stata infatti posta sulle prime immagini di The Sims 4, nuovo capitolo ufficiale di una delle saghe più conosciute e redditizie della storia dei videogiochi. La creatura di Will Wright vede in questa quarta incarnazione una grande attenzione alla creazione e personalizzazione dei Sim, affiancate da nuove possibilità di interazione sociale. Molto limitato, purtroppo, lo spazio dedicato a Dragon Age: Inquisition, nuovo gioco di ruolo di Bioware ambientato nell’universo fantasy già esplorato nei due precedenti capitoli: i lavori sono ancora piuttosto arretrati. Molto più impressionanti, per contro, le brevi sequenze filmate dedicate rispettivamente a Titanfall e Battlefield 4, il primo ricco di elementi innovati grazie all’ambientazione fantascientifica, il secondo più classico, eppure sempre in grado di stupire grazie alla completa distruttibilità delle ambientazioni. A chiudere un catalogo come sempre molto eterogeneo ci hanno pensato Need for Speed: Rivals, che punta tutto sull’esperienza online condivisa e sulle sfide tra poliziotti e piloti, EA Sports UFC, destinato a portare sugli schermi uno lo sport di combattimento più seguito al mondo, e naturalmente FIFA 14, l’annuale calcistico.

A chiudere la giornata ci ha pensato Sony, che ha confermato il grande supporto agli sviluppatori indipendenti sulla portatile PlayStation Vita e sulla nuova PlayStation 4, con diverse esclusive temporali e un catalogo ricchissimo (33 titoli entro fine dicembre), tra cui ha brillato un prodotto interamente italiano. Si tratta di Murasaki Baby, del team varesino Ovosonico, molto promettente per contenuti e stile grafico dal sapore orientale. A seguito della consueta carrellata di esclusive, tra cui Killzone: Shadow Fall e Infamous: Second Son, è stata finalmente annunciata la data d’uscita europea di Playstation 4, fissata per il 29 novembre, al prezzo di 399 euro.

A cura di Andrea Porta

BadGames.it – il Nuovo Gusto dei Videogiochi