Rinviato al 17, 18 e 19 luglio per sciopero nazionale degli avvocati. A Grosseto l’udienza per il processo della Costa Concordia, il cui naufragio costò la vita a 32 persone, è durata appena un quarto d’ora. Il gup Pietro Molino, dovrà valutare se accettare la richiesta di patteggiamento avanzata dai 5 imputati. Ma l’unico a godere del rito speciale sarà, forse, l’ex comandante Francesco Schettino, che ha raggiunto da solo l’aula di tribunale allestita al Teatro Moderno.

Si trattava della prima udienza davanti al collegio del tribunale, presieduto dal giudice Giovanni Puliatti.  Allo sciopero nazionale degli avvocati a cui hanno comunicato di aderire sia il difensore di Schettino, Domenico Pepe, sia almeno una dozzina di avvocati di parte civile. In aula i sostituti procuratori Maria Navarro e Stefano Pizzo, oltre a numerosi avvocati delle parti offese. Solo due persone nell’area riservata al pubblico, mentre erano decine i giornalisti presenti.