“Per fortuna c’è Grillo che sta sfasciando tutto. E questo mi provoca degli orgasmi. Oggi voterei assolutamente per lui e voglio vedere come va a finire”. Sono le parole rilasciate da Vittorio Feltri ai microfoni de “La Zanzara”, su Radio 24. “Il sistema politico italiano è talmente marcio” – continua il direttore de “Il Giornale” – “che è inutile tentare interventi per medicarlo. Bisogna sfasciarlo tutto in modo che dal grande caos rinasca tutto e si ricavi un nuovo ordine”. Se Cruciani plaude alle dichiarazioni di Feltri, Parenzo si dimostra critico e ribadisce la sua opinione negativa sul comico genovese, paragonato al presidente di Scientology. Ma il timoniere de “Il Giornale” ribatte: “Parenzo dentro è rimasto di sinistra, fatica ad abbandonare questi luoghi comuni politicamente corretti. Ma chi se ne frega”. E puntualizza: “Senza Grillo non ci sarebbe il Movimento 5 Stelle, nè queste ragazze come la Salsi. Avrebbero fatto meglio ad iscriversi al Rotary“. E sull’impresa siciliana del capo carismatico dei 5 Stelle sottolinea: “Ma vi rendete conto di cosa ha fatto Grillo in Sicilia? Andare lì a nuoto, un’impresa meravigliosa. Dopo la nuotata la mia stima per lui è aumentata moltissimo. Mi affascina chi fa casino, è bello stare a vedere quanto riuscirà a sfasciare, una meraviglia”. Altrettanto entusiastici i toni adottati da Feltri nei confronti di Antonio Di Pietro: “Sarei contentissimo se andasse al Quirinale, non è che finora abbiamo avuto dei campioni al Colle. Lo stimo tantissimo“. E precisa: “Il nostro rapporto è sempre stato buonissimo, personalmente non mi ha mai querelato, ha portato in tribunale il Giornale”. La stima di Feltri per il leader dell’Idv è così intensa da fargli preferire una cena in compagnia di Di Pietro piuttosto che con Berlusconi, troppo incline a fare la primadonna. “A meno che l’ex premier non mi inviti per il bunga bunga“, aggiunge ironicamente  di Gisella Ruccia