Con un aumento del 34% rispetto all’anno prima, il marchio Fiat ha registrato un record assoluto di vendite in Usa ad agosto. La 500 Cabrio ha ottenuto un incremento del 37% rispetto ad agosto 2011, mentre le vendite della 500 Abarth sono aumentate del 22%, rispetto a luglio 2012. Lo ha reso noto Chrysler ricordando che la 500 “è stata uno dei tre modelli del Gruppo ad aggiudicarsi la prima posizione nel relativo segmento del Total Quality Index 2012 di Strategic Vision, classificandosi al primo posto nel segmento Small Car”. La 500 Turbo è stata lanciata nel mese di agosto, uno dei veicoli turbo più accessibili degli Stati Uniti, pensato per tutti quegli appassionati che allo stile Italiano della Fiat 500 desiderano abbinare maggiore potenza e performance.

Sono stati resi noti inoltre i dati di vendita del marchio Chrysler. Le vendite della casa di Detroit negli Stati Uniti in agosto sono aumentate del 14% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, portandosi a 148.472 unità: si tratta del ventinovesimo mese consecutivo di crescita e dell’agosto migliore dal 2007. ”La nostra formidabile prestazione – scrive Chrysler in una nota – è proseguita nel mese di agosto portandoci al ventinovesimo mese consecutivo di crescita delle vendite. Il nostro impegno sta dando i suoi frutti sia in termini di aumenti delle vendite e della redditività sia di riconoscimenti ottenuti per la qualità dei nostri prodotti” afferma Reid Bigland, amministratore delegato del marchio Dodge e responsabile commerciale per gli Stati Uniti.

Si registrano segni positivi per tutti i marchi della casa controllata da Marchionne. Il marchio Ram Truck ha segnato l’agosto migliore dal 2008 e il ventottesimo mese consecutivo di aumenti, con il Ram pickup  a risultare il modello più venduto del gruppo. Le vendite del marchio Dodge sono aumentate del 13%, segnando il miglior agosto dal 2005 e il secondo miglior mese dell’anno. Cresciute le vendite anche del marchio Jeep, con un risultato del 5%, segnando il miglior agosto degli ultimi nove anni e il ventottesimo mese consecutivo di aumenti.