L’Inter non è più italiana al 100 per cento. Lo ha comunicato la stessa società milanese, che ieri ha diramato una nota con cui ha reso pubblico l’accordo che prevede l’ingresso di un gruppo di investitori cinesi nel capitale nerazzurro. La famiglia Moratti continuerà a mantenere il controllo della società, mentre il gruppo di investitori cinesi sarà il secondo più grande azionista. Contestualmente – come si legge sul sito dell’Inter – China Railway 15th Bureau Group Co., Ltd., controllata da China Railway Construction Corporation, e F.C. Internazionale S.p.A. hanno avviato una collaborazione per la costruzione di un nuovo stadio di proprietà entro il 2017.

Nei prossimi mesi verranno individuate di comune accordo le aree potenzialmente interessate al progetto, definito il pool di progettazione ed avviate le pratiche necessarie per l’ottenimento delle autorizzazioni. Al fine di garantire ai nuovi azionisti adeguata rappresentatività, entreranno a far parte del Consiglio d’Amministrazione di F.C. Internazionale S.p.A, a partire dal prossimo mese di ottobre, la signora Kamchi Li, il signor Kenneth Huang e il signor Fabrizio Rindi. “L’Inter dà il benvenuto ai nuovi azionisti – si legge sul sito dei nerazzurri – ed avvia con orgoglio questa nuova fase della storia societaria del club, volta al rinnovamento ed al reperimento sul mercato asiatico di risorse atte a rafforzare lo sviluppo e la competitività sportiva a livello internazionale della squadra”. Internazionale Holding S.r.l. e F.C. Internazionale S.p.A. sono state assistite da Four Partners Advisory SIM S.p.A. e Lazard & Co. S.r.l. in qualità di consulenti finanziari e da Cleary Gottlieb Steen & Hamilton LLP in qualità di consulente legale. La controparte contrattuale e China Railway 15th Bureau Group Co., Ltd. sono stati assistiti da Gallipos AG ed UBS AG in qualità di consulenti finanziari e dallo Studio Legale Associato Negri-Clementi in qualità di consulente legale.

“Sono estremamente felice per questo accordo. E anche perché il nuovo stadio era un progetto che avevo in mente da tempo e può diventare qualcosa di concreto”. Lo ha detto ai microfoni di SkySport24 il presidente dell’Inter Massimo Moratti a proposito della chiusa con i cinesi che porta nelle casse societarie nuovi investitori. “Lucas? – ha poi proseguito a proposito del calcio mercato il patron nerazzurro – Noi siamo fortemente presenti su Lucas, ma non vuol dire accettare qualsiasi condizione”.