Il calo dell’euro e la ricerca di sicurezza degli investitori sostengono il vantaggio competitivo della Germania, e permettono alle esportazioni di garantire un reddito di molto superiore a quanto il paese paga per combattere la crisi. La Corte Costituzionale della prima economia europea rimanda l’approvazione del fondo di salvataggio permanente fino a metà settembre, mentre il futuro dell’Italia rimane incerto.

L’ospite in collegamento di oggi è Fausto Panunzi, professore di economia politica dell’Università Bocconi a Milano: “Andare a intaccare la spesa pubblica ha un effetto enorme in termini di consenso elettorale, non ci sono segnali chiari che le scelte politiche future saranno diverse da quelle del passato e questo pesa nella valutazione che oggi i mercati danno sul futuro dell’Italia”.