Un amico giornalista brasiliano mi ha chiesto se è vero e che ne penso della notizia che Berlusconi sia realmente andato a letto con una minorenne pagandola e approfittando dei suoi soldi e del suo ruolo. Fermo restando che i giudici giudicheranno il reato, gli ho spiegato che il mio pensiero va alle mie due figlie (adesso maggiorenni) e al fatto che dovranno purtroppo continuare vivere in Italia, dove la cultura della donna continua ad essere quella che ci hanno insegnato 30 anni di televisioni Berlusconiane: veline e vallette, donne giovani e giovanissime senza cervello e con l’idea dominante che una ragazza possa ottenere quello che vuole solo vendendosi agli uomini, possibilmente molto più anziani di lei.

La visione di Ruby poi, minorenne nel letto del primo ministro italiano, mi fa vergognare e mi rattrista. Per lei ma anche per l’immagine dell’Italia che si continua a esportare. E mi viene spontaneo dire: no, non è così. Io non sono così. La maggioranza degli uomini italiani non è così. Berlusconi rappresenta il lato oscuro del maschio italiano.