Via libera dalla Camera alla fiducia sul decreto legge semplificazioni. I voti favorevoli, nell’aula di Montecitorio, sono stati 479, i contrari 75 e gli astenuti 7. Il sì definitivo al provvedimento è atteso per martedì.

Non hanno partecipato al voto 68 deputati. Le defezioni più vistose sono state nel Pd, con 23 deputati assenti e 15 in missione. Tra gli altri non hanno votato Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti. Nel Pd, mancavano 8 deputati (tre dei quali in missione). Tre gli assenti in Fli, 5 nell’Udc (2 in missione) . All’opposizione, 4 gli assenti dell’Idv tra cui il leader Antonio Di Pietro che tre giorni fa ha comunicato via Twitter di essere stato ricoverato in ospedale per una vertebra incrinata. Nella Lega, 4 i deputati assenti, fra cui Umberto Bossi, e due in missione.

In questa maniera il Governo Monti ha incassato la decima fiducia dall’inizio del suo mandato. Le prime due, quelle programmatiche, le ha ottenute il 17 e il 18 novembre dello scorso anno segnando (con 281 sì al Senato e 556 alla Camera) il record dei consensi mai ottenuti prima da un Esecutivo.