Parla di Bce più rilassata, dell’introduzione di vincoli meno rigidi sul debito, dei risultati conseguiti e di quelli ancora da conseguire in campo economico e nelle politiche europee. Il premier Monti riferisce insomma sul suo incontro con Angela Merkel e sul ruolo dell’Italia nella Ue che deve ritrovare fiducia di fronte ai mercati. Un tema decisamente importante, tanto che i mercati azionari si sono agitati per mesi. E un governo, quello di Berlusconi, è caduto proprio sullo spread e sulle politiche di stabilità chieste dall’Europa.

Peccato che nell’aula della Camera non ci sia praticamente nessuno, a parte i fotografi. Deputati quasi zero, qualche membro del governo, come racconta questo scatto.