Siamo a metà novembre e, nel compound di Saxa Rubra, le agenzie di stampa continuano a battere bollettini di guerra. Lo spread è alle stelle, le banche smettono di prestare denaro ed i risparmiatori fuggono da azioni e obbligazioni. In un pomeriggio uggioso Fabrizio Ferragni, il vicedirettorissimo (per il momento) del Tg di Uno riunisce le migliori menti della redazione società, la fabbrica delle minzocaramelle. In collegamento via satellite da Londra c’è Antonio Caprarica, da Mosca partecipa Giovanni Masotti e da Cortina l’inviato Massimo Mignanelli. In redazione a Roma c’è l’intero dream team dell’infotainment italico: Ada De Santis, Carlotta Mannu, Valentina Bisti, Attilio Romita e Francesco Giorgino. I minzoconduttori ricordano i grandi successi, rispettivamente, del divieto di calpestare le formiche (guarda il servizio) e della tartaruga a rotelle (guarda il servizio). La parola d’ordine è una sola, categorica ed imperativa per tutti: inforallegrare. Ferragni distribuisce i minzi caldi della settimana: i teschietti alla moda per Valentina Bisti (guarda il servizio), il toro in autostrada a Vincenzo Di Monte (guarda il servizio), le bare di lusso con l’allarme ad Elena Chemello (guarda il servizio). Masotti da Mosca è incerto su un approfondimento sullo yeti (guarda il servizio) o su un’altra corsa su tacchi a spillo (guarda il servizio). Ada De Santis ricorda il grande successo del servizio sulle risate di Stanlio e Ollio che eliminano gli interventi di chirurgia estetica (guarda il servizio) mentre vengono messi in cantiere i reportage della prossima settimana: le pentole da cucina per i cuochi alla moda, l’argenteria da camera della Regina Elisabetta, la sagra della lenticchia e il sempreverde “albero o presepe? scoppiano le polemiche”.

Ai  precari ragazzi della redazione web vengono assegnati i compiti: monitorare giorno e notte la colonna di destra di repubblica.it

In chiusura Ferragni esamina i grandi successi pop del passato, le patate alla lavastoviglie, i consigli per evitare le puzzette del bebé e i mitici vasetti per la pupù’ dei bimbi alla moda.

In attesa di servizi all’altezza della tradizione, dobbiamo accontentarci, questa settimana, della Ferrari che non rovina la permanente e degli orari per la mungitura delle mucche russe, mentre il Centro Studi Tg di Uno di Vancouver attende con ansia i nuovi, preziosissimi (soprattutto qui in Canada) consigli su come difendersi dal freddo.

Minzoparade Anno II N. 43 (20-25 novembre 2011, Tg di Uno ore 20)

1. (7) La nuova Ferrari non rovina la permanente (+1) Guarda il servizio
2. (3) Professione acchiappafantasmi (-1) Guarda il servizio
3. (3) Orari certi per la mungitura delle mucche russe (-) Guarda il servizio
4. (1) Novità giocattoli: le trottole lottano tra di loro New Entry! Guarda il servizio
5. (1) Roma, arrivano i dinosauri New Entry! Guarda il servizio
6. (2) 11/11/11 la data più temuta della “cabola” (-) Guarda il servizio
7. (6) L’uomo delle nevi esiste e vive in Siberia (-) Guarda il servizio
8. (8) La riscoperta della merenda (-) Guarda il servizio
9.(1) Cheitt rifiuta il burro di arachidi New Entry! Guarda il servizio
10.(2) Stanlio e Ollio meglio del lifting (-) Guarda il servizio

Minzi Caldi (in ordine cronologico)
– Un teschietto per amico Guarda il servizio
– Metti un toro in autostrada Guarda il servizio
– Il festival del lusso: oro, scarpe e bare con l’allarme Guarda il video

Minzoparade Channel Top 5

1. Le patate alla lavastoviglie (17.153 visualizzazioni)
2. I consigli per evitare le puzzette del bebé (15.790)
3. L’uomo delle nevi esiste e vive in Siberia (9.915)
4. La grattachecca della Sora Maria (9.479)
5. Vietato calpestare le formiche (6.431)

La posta della Minzoparade

Akwaba è sorpreso: “ho solo 57 anni e non mi sono mai accorto che in autunno ci può essere sentore di freddo”.
Norena, invece, è preoccupata per il futuro della Minzoparade: “l’auspicata rimozione del Direttorissimo mi priverà di questa eccezionale rubrica e non so se desiderarla ancora o sperare in una proroga”.
Tranquilla, Norena, al Tg di Uno sta cambiando tutto per non cambiare niente (copyright Giuseppe Tomasi di Lampedusa).

Scuola Media Pilutzer (Tg di Uno 13:30, venerdì)
Francesca Oliva distribuisce minzocaramelle a Liberuccio, a Il Foglietto e a Filippuccio Facci, il giornalista più amato (e mechato) della Scuola Media, la prima e unica scuola di minzogiornalismo del pianeta. A Il Sole24 Ore che aveva detto di “fare presto”, il Fogliettino dell’Elefantino risponde di fare con calma e la minzoprof. ssa Francesca Oliva va in brodo di giuggiole.
Ecco la nuova lavagna:

Buoni
Il Giornale (3)
Il Corriere della Sera, Libero, Filippo Facci (2)
Tg di Uno, Piero Ostellino,Vittorio Emanuele di Savoia,  Alfonso Signorini, Giampaolo Pansa, Il Tempo, Vittorio Feltri, Roberto Napoletano, Il Foglio (1)

Cattivi
La Repubblica (23)
Il Fatto Quotidiano (12)
L’Unità (11)
Il Corriere della Sera (5)
La Stampa (4)
Marco Travaglio, Massimo Giannini, Il Secolo XIX, La stampa italiana (3)
Il Secolo d’Italia, Il Mattino, Annozero, Il Sole 24 Ore (2)
Oggi, i Giudici, Agenzia Ansa, Leoluca Orlando, Eugenio Scalfari, Roberto Saviano, la stampa francese, Concita De Gregorio,Vito Mancuso, Al Gore, Avvenire, Beppe Grillo,Il Quotidiano della Calabria, L’Espresso,Umberto Eco, Barbara Spinelli, Il Messaggero, Michele Santoro (1)

Il Centro Studi Tg di Uno di Vancouver vi invita ora a votare (doppia preferenza) i reportage che più vi hanno inforallegrato utilizzando lo spazio per i commenti. La Minzoparade è anche su Facebook e Twitter ed è pubblicata ogni sabato. Il nostro indirizzo è minzoparade@gmail.com. Servizi e servizietti del Tg più divertente del globo sono anche trasmessi dal Minzoparade Channel su YouTube, l’unico canale very rieduchescionel.

Vi aspettiamo sabato prossimo: le minzocaramelle più zuccherose non ci sono ancora state somministrate.

A cura di Ernesto Salvi