Grande successo della retorica matteorenziana alla kermesse della Leopolda. La Rete italiana si è – ovviamente – scatenata nel commentare e nel dissacrare l’eloquio banal-popolare del rottamatore.

Grazie all’iniziativa di un artista (disegnatore, grafico e gran giocherellone), Leonardo Magliacano, su Facebook è nato un evento che ha raccolto una valanga di facsimili di frasi che il Renzi avrebbe potuto proferire. Con il consenso (entusiasta) degli interessati (firma o nom de plume nelle parentesi) ve ne propongo una selècscion, per gentile concessione.

Gli ultimi rumor parlano anche di una loro prossima (eventuale) performance al Teatro Valle Occupato.

Non si può sperare che a palazzo Grazioli siano sempre felici di aggiungere un posto a tavola. O a letto. (FlaVia Osi)
Non si può fermare il giudizio di-vino con un bottiglia d’annata. (Sergi Nardo)
Non si può fermare la caduta dei capelli con il Vinavil. (Cesare Galliani)
Non si può correre con le ali ai piedi se si hanno le scarpe. (Francesca Vergari)
Non si può indossare un abito senza chiedere parere a un monaco. (Francesca Vergari)
Non ci si può specchiare senza avere la sorpresa di incontrarsi. (Francesca Vergari)
Non si può andare a pesca di Balene Bianche, con canna e retino. (Il Capitano Achab)
Non si può fermare lo sciacquone del water se si è rotto il galleggiante. (W.C.)
Non si può fermare un rutto. (Dr. Kildare)
Non si può rispondere a una domanda con un’altra domanda. (feat. Ezio Mauro)
Non si può fermare il tempo rompendo l’orologio. (di Sergi Nardo)

Non si può irrigare il Sahara a forza di sputi. (David Ciavarella)
Non si possono pettinare i capelli con una bottiglia. (Carmine Magliacano)
Non si possono annaffiar le vongole. (Piero Leonardi)
Non si può gonfiare una vela soffiandoci dentro. (Carmine Magliacano)
Non si può asciugare l’oceano con la carta assorbente. (Paolo Congiu)
Non si può battere Berlusconi con il voto (e neanche con i giudici). (Giuseppe Pipitone)
Non si sbuccia una mela con un cucchiaio. (David Ciavarella)
Non si alabarda un popolo con una puntatina ad Arcore. (Vilfred Vfor Moneta)
Non si ferma il pensiero con un semaforo. (David Ciavarella)
Non si ferma l’acqua del rubinetto con la scolapasta. (Leo Magliacano)
Non si può deodorare una fogna con l’arbre magique. (Simona Mililli)
Non si possono usare “lucciole” come lanterne. (Angela Bucci)
Non si può ignorare l’aiuto di Tarzan nella giungla. (Carlotta Graziano)
Non si può prosciugare il mare con la spugnetta del fondotinta. (David Ciavarella)
Non si può definir progresso il cannibale che usa le posate. (raccolta dalla sottoscritta)
Non si può chiudere il buco dell’ozono con un tappo di cerume. (Roberta Troisi)
Non si cancella la macchia mediterranea con una gomma. (Roberta Troisi)
Non si evita il surriscaldamento del pianeta con una vendola. (Roberta Troisi)
Non si pettinano le bambole con il rastrello. (Andrea Demontis)
Non si svuota l’oceano con un pitale. (David Ciavarella)

Non si può scivolarci tra le braccia e guardarci ancora in faccia. (I Pooh, feat. la sottoscritta)
Non si spegne il fuoco nel bosco soffiandoci sopra. (Leonardo Magliacano)
Non si guida a fari spenti nella notte tanto per vedere se è cosi difficile morire. (Mogol& Battisti, feat. Leo Magliacano)
Non so se dura, a far verdura. (un Coltivatore diretto)
Non si può gridare “Aiuto aiuto è scappato il leone”, per vedere di nascosto l’effetto che fa. (E. Jannacci, feat. la sottoscritta)
Non si può sorpassare sulla destra il tram che marcia al centro della carreggiata. (dai Quiz del Manuale di Guida )
Non si può morire dentro. (Gianni Bella, feat. Leo Magliacano)
Non si può sempre perdere. (Ligabue, feat. Leo Magliacano)
Non si può fermare il tempo con lo scotch. (Paolo Pilo)
Non si può fermare uno tsunami, con una centrale nucleare. (Hokusai)
Non si possono prendere fiaschi per fischi? (Marina Mercaldo)

Non si può fare il palo durante una rapina in un locale di lap-dance. O magari sì? (Sergi Nardo)

Non si può misurare il buio con un metronotte. (Stefano Silvi)

di Marika Borrelli