Il 21 aprile il centro di accoglienza campano di Santa Maria Capua Vetere è stato trasformato in un centro di identificazione ed espulsione. Il 26 aprile, presi dal panico, gli immigrati tunisini hanno cercato di scappare. In sessanta ci sono riusciti, quelli che non ce l’hanno fatta raccontano condizioni di detenzione durissime  di Lorenzo Galeazzi  per commentare clicca qui