Il senatore modenese ha gli occhi che brillano, difficile fargli scomparire il ghigno dal volto; ma cosa succede? Facciamo un passo indietro, il telefono di Klaus Davi, Youtube, un manifesto Ikea e il gioco è fatto… quella non è una famiglia! Un vecchio cuore democristiano non può tacere, se non proteggiamo il matrimonio, se non facciamo figli, è davvero la fine; la coppia di fatto Klaus Davi-Giovanardi l’ha pensata davvero bene… la voce si sparge, la rete unita impazzisce, insorge, improperi vari riempono Facebook e i poveri cavi di Aruba non reggono, qui brucia davvero tutto…

Il senatore ha deciso da tempo di non interessarsi di contenuti e di scegliere la provocazione fine a se stessa, parla di tutto, da una settimana è incontenibile, il suo addetto stampa segna le ore di straordinario, e sogna una meritata vacanza; io personalmente non credo che pensi realmente, quasi nulla, di quello che dice, sui giornali, in tv, in radio, sul web… sempre presente, è ovvio, ci riesce; ora l’etica nella politica, forse, una volta… ma nonostante tutto vince lui, a 61 anni si guarda allo specchio e sorride, lui ce l’ha fatta, e non solo perché ha quasi completato la sua invidiabile collezione di francobolli.