A gennaio il tasso di crescita dei prestiti al settore privato è salito al 4,8% rispetto al 3,6% di dicembre. E’ quanto rileva Bankitalia nel supplemento “Moneta e banche”. Il tasso di crescita sui dodici mesi dei prestiti alle società non finanziarie è salito al 4,2% dal 2% del mese precedente mentre è rimasto invariato al 5 per cento l’analogo tasso di crescita per il credito alle famiglie.

Il tasso di crescita sui dodici mesi delle sofferenze (non corretto per le cartolarizzazioni ma tenendo conto delle discontinuità statistiche), prosegue Bankitalia, rimane sostanzialmente stabile al 30% dal 29,9% di dicembre.

I depositi del settore privato – al netto di quelli di controparti centrali e di quelli connessi con operazioni di cartolarizzazione – registrano una variazione negativa (-1,7% su base annua rispetto al -1,2% di dicembre). Il tasso di crescita sui dodici mesi della raccolta obbligazionaria rimane negativo e pari a -1,6% (invariato rispetto a dicembre).