Povero Angelino. Ultimamente non lo vedevamo più in forma come prima. Ci eravamo accorti già qualche tempo fa che il ministro era sempre più fiacco e sempre meno arrogantemente grintoso. E la conferma della sua spossatezza (data anche sicuramente, di riflesso, dalle preoccupazioni del premier) l’abbiamo avuta qualche sera fa, quando fu ospite a Ballarò. Le borse sotto gli occhi e quelle sue occhiaie, ormai, lo hanno tradito: il ministro non ce la fa più. Ma il suo senso di fedeltà verso il Premier è più forte di ogni stress fisico. E quindi, come da copione, Angelino mette in tavola, come tutta l’allegra combriccola del PdL, sempre la solita salsa….

Angelino (Alfano) – ME.TRO. (Merighi – Troja)