Di tutte le soubrette, letterine, troniste, escort, “show-girl”, sgallettate varie che popolano le notti di Arcore, ce n’è una in particolare che finora è rimasta piuttosto nell’ombra, anche se merita ben altri riflettori.

E’ l’abruzzese Francesca Cipriani, 26 anni, già concorrente del Grande Fratello, poi vincitrice de “La pupa e il secchione”, quindi ragazza di “Colorado Caffè” infine regina italiana della chirurgia plastica: si è operata due volte al seno passando da una quarta ad una settima. Qualche settimana fa è tornata sotto il bisturi: su Gossipblog, per dire, presenta con orgoglio “il suo nuovo culetto”.

In un sms emerso dall’inchiesta della procura di Milano, la Cipriani scrive a Lele Mora: “Amore, mi ha detto Marysthelle che il nostro amico domenica sera fa la cena a casa sua a Milano e vuole che andiamo noi ‘coloradine’ a fargli vedere uno stacchetto. Devo dirgli che vado?”. Mora, manco a dirlo, le dà il via libera.

In una telefonata con un’altra ragazza coinvolta in quello che i pm milanesi hanno definito un gigantesco “giro di prostituzione”, la Cipriani parlando di Berlusconi, racconta: “Sì… va beh … aveva anche delle buste da cinque e da di più eh… allora io sono contenta… praticamente mi ha dato uguale alle altre a Ludovica, ad Elena… pensavo che magari mi distinguesse un attimo dalle altre infatti Ale e Ludovica sono entrate insieme in stanza io sono entrata dopo… da sola,  perchè pensavo che lui… si va beh mi ha dato il braccialetto d’oro però, con il diamante… un diamantìno piccino c’è scritto F di Francesca…. Piccolino d’oro, preferivo i soldi, va bene va bene… anche quello”.

Com’è finita la Cipriani ad Arcore? Lo racconta lei al Corriere della Sera: “Berlusconi aveva chiesto di conoscermi, mi aveva visto in tv, mi ha detto che sono molto simpatica”.

Chissà cosa aveva visto il premier in tv della maggiorata: forse il servizio qua sopra realizzato dalle Iene; o forse qualche altra sua ospitata in tv;  magari il video di lei che fa il bagno nella fontana di Trevi per protestare contro l’esclusione da “La Pupa e il Secchione” (verrà poi presa); forse i report sulla sua settima di seno esplosa in tv.

Mentre arriva la notizia che è in preparazione un film hard sulle vicende di B. (“Bunga Bunga presidente“), il premier continua a ripetere: “Non mi dimetto, sono la parte offesa“. Forse mentre detta il comunicato fa zapping in tv cercando altre simpatiche “morte di fama al silicone” che possano soddisfare i suoi desideri. Almeno finchè dura.