Sta succedendo qualcosa.

Lo sento. Lo respiro. E ora, finalmente, posso anche dire che lo tocco!

Da quando ho fatto quel sogno ad occhi aperti, appena 3 mesi fa, di unire tutte le forze della società civile (pacifismo, ecologismo, solidarietà e legalità) per creare un nuovo soggetto politico unitario, molte cose sono accadute.

Abbiamo lanciato un sasso nello stagno, come si suole dire, poi però non abbiamo ritirato la mano, ma l’abbiamo lasciata tesa a disposizione di chiunque volesse afferrarla. E molti, moltissimi, l’hanno fatto prontamente, con rinato entusiasmo.

Abbiamo chiamato a raccolta tutta la parte sana del paese e questa ha risposto, e sta rispondendo, in maniera assolutamente trasversale, con un grande slancio di speranza e passione civile: entrambe qualità necessarie per chi vuole davvero cambiare la storia.

Questa è l’analisi sociologica su cui si fonda la mia proposta:

– esiste in Italia una marea di persone oneste, per bene, che sogna un domani migliore; gente normale, magari disinformata, magari manipolata dai mass media, ma comunque stanca del sistema attuale (da cui la continua crescita dell’astensionismo) e in larga parte alla ricerca di un’alternativa possibile;

– i partiti oggi esistenti -sondaggi alla mano- hanno perso ogni credibilità, da tutte le parti;

– l’unico soggetto portatore di credibilità in Italia -come rilevato sempre dai sondaggi- è la società civile, il volontariato, i movimenti, che fra l’altro conta un patrimonio straordinario, di oltre 4 milioni di attivisti, diffusi in tutto il paese;

– questi volontari e attivisti, normalmente, hanno sul proprio territorio una rete di relazioni presso le quali possono spendere la propria credibilità, conquistata in anni di impegno e serietà, andando così ad intercettare quella diffusa sete di cambiamento che ora non trova sbocchi;

– dal basso, coinvolgendo attivamente questa rete capillare della società civile, possiamo dunque raggiungere un bacino molto ampio (anche senza grandi mezzi economici o tv amiche, che comunque non avremmo) per arrivare a creare attraverso un semplice ma tenace passaparola un nuovo soggetto politico; un soggetto fondato sulla condivisione di un sogno comune -al quale ho provato a dare voce a grandi linee nel mio appello- e sul rispetto di una “cornice” di democrazia, trasparenza, partecipazione attiva;

– è all’interno di questa “cornice” che andremo a dipingere tutti insieme il “quadro” dei contenuti programmatici, che non avrebbe senso fossi io a tracciare.

Con questo sogno e sulla base di questa analisi, condivisa con tanti amici, da pochi giorni abbiamo creato il sito www.abbiamounsogno.it con molti nomi autorevoli fra i primi firmatari, ai quali si sono unite già più di 2000 persone nella prima settimana!

La cosa stupenda è che stiamo effettivamente raggiungendo mondi molto diversi, non solo attivisti e volontari -in gran numero- ma anche gente comune, lavoratori, precari e disoccupati, studenti, pensionati, amministratori pubblici, insegnanti, imprenditori, operai, educatori, giornalisti, liberi professionisti, artigiani, pittori, giardinieri, filosofi, avvocati, scrittori, attori, storici, dentisti, musicisti, architetti, impiegati, agricoltori, ricercatori, medici… persino uno chef! (che può sempre tornare comodo quando ci troveremo per festeggiare tutti insieme…)

Mi pare un segno chiaro di quanto il nostro “sogno” sia realmente condiviso da molti e di come la rete che stiamo attivando -insieme alla società civile- riesca davvero ad uscire dalla nicchia degli attivisti per raggiungere la gente comune!

La cosa si fa molto interessante… ;-)

Abbiamo già raccolto la disponibilità al dialogo e al confronto da parte di molti importanti soggetti, che potrebbero essere tutti nostri “compagni di cammino”, e questa domenica, 24 ottobre, presenteremo ufficialmente il nostro “sogno” davanti alla platea straordinaria dell’ incontro di Teano, in plenaria.

Continuiamo a cucire con tenacia, umiltà e coraggio la rete del nostro “sogno” che vuole unire in un solo progetto politico la “moltitudine inarrestabile” dei mondi dell’ecologia, della pace, della solidarietà e della legalità, per ridare un futuro di speranza al nostro paese!

Concludo dando voce ad alcuni dei commenti arrivati dagli aderenti all’appello:

Sono una studentessa ventenne di Comunicazione Interculturale (Università di Torino). Il mio sogno è esattamente quello descritto e so che molta gente sogna così come me, come voi. Grazie al vostro sito ho capito quanto sia importante sentirsi in tanti, per riaccendere speranze deluse, drizzare le antenne e captare le occasioni che avremo di cambiare davvero qualcosa. Anzi, di cambiare tutto il sistema e rendere finalmente l’aria buona per tutti! ho una vita davanti e la dedicherò a questo!!

Anna Demagistris

Sono solo un cittadino che ama il suo paese”.

Claudio Paci

Un vero messaggio di Speranza che può rimettere in gioco la democrazia solidale per un mondo migliore. Sii il cambiamento che vuoi avvenga nel mondo …FORZA RAGAZZI!!!

Graziano

La “gratuità”, la “trasparenza”, la “passione per la vita e per il bene comune”, possono apparire “FOLLIA” e “goffa ingenuità”….nello stesso tempo, però, possono rendere un “PROGETTO” fortemente “CREDIBILE” e notevolmente CONTAGIOSO!!! Iniziamo il contagio!!!!

Luigi Costanzo

Solo coloro che pensano di cambiare il mondo lo cambiano davvero”.

Claudio Lucii

un po’ d’aria buona, finalmente

Gianfranco Bettoni

Fortunatamente non sono l’unico a sognare!

Valerio Lapiello

Era ora che la politica partisse dalla gente per bene… tenete duro!

Mirko Valmori

IO HO UN SOGNO…che i miei figli un giorno camminino su una terra pulita insieme agli altri bambini e siano felici di crescere in un mondo pronto ad accoglierli”.

alfredo67

Vorrei vedere concretamente cambiare questo paese. Divisi non si arriverà mai a nulla…. insieme possiamo farcela”.

Sara Paglini

E’ chiaro che tutti dovranno fare un passo indietro, qualcuno anche due, per ottenere questo, ma a vincere sarebbero tutti“.

Salvatore Gagliano

Non basta avere un sogno, bisogna lottare perchè il sogno diventi realtà, e per i miei sogni, per il sogno di Paolo, io non smetterò mai di lottare. Fino alla fine”.

Salvatore Borsellino

Onorato di essere al vostro fianco e di avere questo sogno in comune, nostalgico di un futuro migliore”.

Lorenzo Cecchetti

anche io ho sempre avuto lo stesso sogno…

Roberto Magro

finalmente..

Valerio Manuguerra

Un sogno da quando ho cominciato a votare

Enzio Groppetti

Neosposina, neomamma… Per il mio bambino, il mio futuro

Valentina Aimasso

Coltiviamo questo Sogno…

Donatello Matassino

finalmente ADERIRE, dopo anni che non lo facevo…

Alessia Porto

saremo un fiume in piena

Manuela Cozzi

Come dicevo all’inizio dell’articolo, sta succedendo qualcosa.

Per saperne di più: www.abbiamounsogno.it