Ho visto il Tg1 delle 20 in diretta alle 11 del mattino di Vancouver. Qui in Canada è trasmesso da Rai International detta anche Rai Internazionale o Rai Italia. Trattasi del medesimo canale ma, ad ogni cambio di direttore, il servizio della Rai dedicato a noi “emigranti” cambia nome e, per non far torto ai vecchi dirigenti, ne utilizzano ora ben tre. Il Tg1 è una delle trasmissioni più divertenti che ho a disposizione, roba da far impallidire le noiose e seriose tv pubbliche disponibili su cavo: la CBC canadese, la PBS americana e la BBC inglese.

Di solito attendo con impazienza la zona finale del tg perché e da quelle parti che ci si diverte alla grande. Non che la prima parte del Tg1 sia poco spassosa, è solo un po’ troppo prevedibile. Dopo le sviolinate a Mr B. arriva una manganellata veloce a Fini (questa volta a dargliela è toccato a Donna Assunta Almirante). Poi i soliti Bersani, Veltroni, Di Pietro, Capezzone, Cicchitto, Lupi conditi dalle brillanti dichiarazioni del tuttologo Gasparri. Quindi si parte con la cronaca nera (oggi c’era una zia che è stata gettata da un balcone). Si continua con il “meteorino” con la barba e poi, tra una estrazione del lotto e un Giorgino che palpita un po’ per il Berlusca e un po’ per i milioni del superenalotto, arrivano le chicche.

Ho raccolto quelle dell’ultima settimana in una top 10. Sono tutti servizi andati in onda nella edizione delle 20.

1. Correre fa bene: è un buon antidepressivo ma con le dovute precauzioni.

2. Motore con tanti cavalli e… 4 gatti (nel motore).

3. Il boom delle crociere.

4. La Torre Eiffel con le carte da gioco: la torre è stata ricreata con le carte senza l’ausilio di colla.

5. Polemiche sul cane caduto dal traghetto.

6. Souvenir: un mercato che non conosce crisi.

7. Girasole, mirtilli, papaye e cavoli sono tra i cibi consigliati per mantenere i benefici delle vacanze.

8. Smentita le presenza di una trans a Miss Italia.

9. Settembre: il mese delle separazioni.

10 Peperoncino che passione: grande kermesse del peperoncino in Calabria.

È ovvio che per trovare notizie così rare ci sia bisogno di una redazione molto nutrita e la Rai infatti non ha badato a spese. Al Tg1 lavorano 1 direttore (anzi un direttorissimo), 4 vicedirettori, 5 capiredattori, 25 conduttori e ben 169 redattori. Per fortuna non pago il canone: vedere Rai International (detta anche Rai Internazionale o Rai Italia) in Canada costa meno di un euro al mese. E per un dollaro al mese dove lo trovo un tg così divertente?