Colpisce, in Nicolas Sarkozy, il carattere pavloviano della sua reattività politica. Le presidenziali si avvicinano (primavera 2012), il Fronte nazionale pare abbia il vento in poppa, e lui gioca a fare il Le Pen, o meglio la Le Pen, visto che è la figliola Marine ormai a rappresentare quel partito. Fu cosi’ che vinse nel 2007, malgrado avesse di fronte Ségolène Royal, non propriamente una macchina da guerra: facendo il Le Pen frego’ all’originale qualche punto in percentuale, quel che bastava, e si ritrovo’ all’Eliseo. Adesso ci riprova. Prima con il “dibattito” sull’identità nazionale, diventato, com’era logico, una logorroica tribuna xenofoba. Poi con proposte di legge tanto balorde quanto liberticide, come quella che prevede la privazione della nazionalità francese per i genitori di giovani che si rendano colpevoli di delitti particolarmente gravi (e i genitori dei genitori, perché no? Avranno pure qualche responsabilità). Poi con l’indice puntato contro i rom, direttamente indicati da monsieur le president come delinquenti. In questi ultimi giorni, infine, è tutto un armeggiare di gruppi speciali di pronto intervento, incappucciati e armati e vestiti come Rambo, che con gran rinforzo di telecamere penetrano all’alba in territorio nemico, vale a dire le banlieues, e ne escono tenendo per le manette qualche ladro di polli, al quale hanno messo uno straccio in testa mentre lo trascinano via.

Scene allucinanti, doverosamente siringate da alcune tv (la privata TF1 e la pubblica France 2, che con Sarkozy di solito è tutt’altro che tenera) nella speranza che qualche decina di migliaia di cerebrolesi battano un pugno sulla tavola e dicano: ecco, finalmente qualcuno che mette un po’ d’ordine. Dopo aver impartito questo genere di ordini, il presidente ha ritrovato la sua dolce metà, reduce dalle riprese dell’ultimo film di Woody Allen, per tre settimane di vacanza a Cap Negre, dove i Bruni Tedeschi hanno una splendida dimora. Non occorrono molti sondaggi per capire che i francesi sono alquanto sconcertati da questo strano Ufo che hanno scelto come presidente, sbirro di giorno e liberal di notte. Ma forse è un problema delle destre in tutta Europa: vincono quando vanno al centro (Cameron, Merkel), si ridicolizzano quando fanno la faccia feroce. Sarebbe interessante sapere cosa ne pensa Fini.