In seguito alle deliranti affermazioni e prese di posizione di importanti
esponenti politici, popolari trasmissioni televisive e testate
giornalistiche nazionali che attribuiscono al Fatto Quotidiano e a Marco
Travaglio
il ruolo di mandanti della gravissima aggressione al Primo
ministro, il Consiglio di Amministrazione dell’Editoriale Il Fatto S.p.A
intende manifestare innanzitutto a Travaglio, al direttore del giornale,
Padellaro, e a tutti i giornalisti e collaboratori, la propria
solidarietà, stima e vicinanza.
E’ pericolosamente folle accostare quanto scritto da Travaglio e da tutti
gli altri giornalisti e pubblicato su Il Fatto Quodidiano al gesto
inconsulto di una persona che sembra essere affetta da disturbi psichici.
Il Consiglio di Amministrazione de l’Editoriale il Fatto denuncia questa
grave situazione e ribadisce il proprio impegno a favore della libertà di
stampa e di critica, favorendo l’ulteriore sviluppo del giornale e
garantendo ai giornalisti che vi lavorano la massima collaborazione;
annuncia inoltre la volontà di difendere in sede civile e penale
l’onorabilità della testata che in questi mesi ha assunto una posizione
estremamente rilevante in termini di diffusione e di autorevolezza.

Il Presidente
Giorgio Poidomani