/ di

Nando dalla Chiesa Nando dalla Chiesa

Nando dalla Chiesa

Docente universitario, scrittore e politico

Mi piace la democrazia e ho cercato di darmi da fare per lei in tanti modi, anche se non ho ancora capito se lei me ne sia grata. Sono del Pd ma sono soprattutto un democratico senza aggettivi. Sono un sociologo, laureato in economia alla Bocconi, insegno a Scienze Politiche di Milano e collaboro con diversi giornali. In particolare mi onoro di essere tra i collaboratori del Fatto diretto da Antonio Padellaro. Da cinque anni sono anche editore di Melampo, la casa editrice che ho fondato insieme a Lillo Garlisi e Jimmy Carocchi, miei allievi bocconiani arrivati al successo nell’editoria per i fatti loro. Faccio pure del teatro. Comico e soprattutto civile. Infine, mi piace fondare. Mica solo la casa editrice. Ho fondato un circolo di nome “Società civile” nella Milano degli anni Ottanta. Poi, con il mio amico Gianni Barbacetto, ho fondato il mensile omonimo, grande esperienza giornalistica fatta da ragazzi irripetibili. Ho fondato con Leoluca Orlando e Diego Novelli la Rete, un movimento che diede agli inizi degli anni Novanta dignità politica nazionale all’idea che si dovesse combattere la mafia. Ho fondato il piccolo movimento di Italia democratica, anche quello con mensile, che confluì nell’Ulivo battendosi contro il razzismo e la secessione. E pure Omicron, rivista sulla criminalità organizzata al nord, sempre con Gianni Barbacetto. E il comitato di parlamentari “La legge è uguale per tutti” per fronteggiare l’offensiva del signor B.; un comitato alla testa di tante manifestazioni degli anni dei girotondi e che ha prodotto l’unica esperienza di teatro civile al mondo fatto da parlamentari. Ho anche fondato con Fabio Zanchi e Lidia Ravera il Mantova Musica Festival, nato per contestare Sanremo finito nelle mani di Tony Renis e poi ripetuto gloriosamente per altre quattro edizioni. Ho pure fondato, con una quarantina di lettori del mio blog, la Scuola di formazione politica “Antonino Caponnetto”. Non ho fondato “Libera”, la bellissima associazione di don Ciotti, ma ho l’orgoglio di esserne stato eletto presidente onorario. Soprattutto ho fondato una famiglia con Emilia. Ne sono nati Carlo Alberto e Dora, i miei gioielli, che se li avesse visti Cornelia ne sarebbe rimasta folgorata, altro che i suoi Gracchi, con tutto il rispetto.

Articoli Premium di Nando dalla Chiesa

Commenti - 22 ottobre 2018

Ulianova ci lascia i preziosi e necessari Giardini dei giusti

Una piccola distesa profumata di tulipani gialli e arancio. Lo stormire quieto delle fronde sotto un sole primaverile. Intorno targhe e cippi dedicati ai giusti della storia. Milano, Monte Stella e musiche di violino. Non poteva essere salutata che così Ulianova Radice, Ulia per gli amici. Ascoltavo le musiche, guardavo i petali diseguali dei tulipani, […]
Italia - 15 ottobre 2018

La chitarra di Pollina al Tenco, finalmente l’Italia si accorge di lui

Non ci potevo credere: Pippo al Tenco. Pippo Pollina porterà la sua canzone nel luogo che è diventato negli anni simbolo di intelligenza e ricerca musicale. Quando l’ho detto con fare distratto a un gruppo di giovani che lavorano con me, mi hanno chiesto chi fosse. E questo mi ha ridato il senso antico di […]
Commenti - 8 ottobre 2018

Il centro di accoglienza di Lesbo e l’effetto ‘palla di neve’ nelle università

L’oggetto della mail era intrigante: palle di neve. Che sarà? Un invito in montagna in questa stagione? Foto di bimbi felici? Il mittente era un mio collega di Scienze politiche, Davide Galliani. Docente di diritto pubblico, ma soprattutto di “diritti fondamentali”. Leggo e non trovo promesse di giochi invernali né foto virali. La mail è […]
Commenti - 1 ottobre 2018

L’impegno pro-legalità dei genitori del sindaco: pronti a fare gli spazzini

“Da un pero non può nascere una mela”. Attinge ai proverbi contadini Nicola Leoni, giovane sindaco di Gazoldo degli Ippoliti. Gli ho appena accennato alle virtù dei suoi genitori e lui se ne è inorgoglito, spiegando di avere ereditato da loro questa passione per la moralità che lo porta, con Avviso Pubblico, a organizzare in […]
Italia - 24 settembre 2018

La battaglia di Anna in difesa della biblioteca di quartiere a Piacenza

Il nome promette bene: Leonida. Ma il protagonista di questa piccola e bella storia iniziata circa un anno fa non è un guerriero. È una gentile e tenace signora di nome Anna, che si è messa in testa di difendere la biblioteca della Besurica, quartiere di periferia piacentino nato negli anni Settanta. Ogni tanto succede. […]
Commenti - 17 settembre 2018

Livio va in pensione, ma in municipio resterà la sua leggenda

Una pennellata sulla vita. Una striscia bianca sopra il cielo. Perché anche i vecchi leoni vanno in pensione. Alla fine c’è andato anche Livio, figura semileggendaria del Comune di Milano. A volte, guardando certe persone, ti chiedi come sia possibile che non le conoscano tutti. Perché non sia stato dato in sorte anche a loro […]
Italia - 10 settembre 2018

Corleone, Montelepre e Prizzi: la rinascita della Sicilia libera

Volete voi sapere qualcosa di Corleone, di come sia oggi questa città, storico simbolo di mafia? Volete sapere che cosa abbia io da raccontarvi dopo esservi stato con ampia compagnia giovanile? Certo, la toponomastica non aiuta a cambiare la fama: via Riina, cortile Leggio. Saranno pure omonimie, ma le ambiguità sconvolgono. Tutto sembra confermare la […]
Italia - 3 settembre 2018

La nuova vita di Felipe, l’ingegnere argentino che sa unire cibo e stelle

Signore e Signori, ho deciso di raccontarvi Felipe. In questi tempi in cui il mondo sembra diventare una immensa frontiera, la sua storia vi farà bene. Nulla di straordinario, ma un’aura romantica questo sì. La patria di Felipe è Buenos Aires, e lui ha 28 anni. Parla un italiano sciolto nella musicalità argentina, e all’occorrenza […]
Commenti - 30 agosto 2018

Investiamo un anno di vita sul Paese

L’avrà pur detto Matteo Salvini. Ma questo, come ha già scritto Marco Travaglio, non vuol dire che non se ne debba discutere. Reintrodurre la leva militare? La mia proposta non sarà la stessa. Il fatto è che abolire la leva, come spesso accade con i provvedimenti dei governi, è piaciuto alla grande maggioranza dei cittadini […]
Commenti - 27 agosto 2018

Mark, il re africano che vigila sul suo regno tra bagnanti e turisti

Questa è una storia strepitosa. Ho conosciuto un re africano. Ma non chiedetemi quale sia il suo Paese, è senz’altro l’Africa nera, di più non saprei dirvi. So solo il suo nome, Mark. L’ho conosciuto sulla riviera adriatica, mentre vegliava sul suo regno: un grande posteggio, dall’altra parte della ferrovia rispetto al lido frequentato dai […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×