";

/ di

Giuliano Marrucci Giuliano Marrucci

Giuliano Marrucci

Giornalista

Sono giornalista pubblicista, e per cause di forza maggiore anche operatore e montatore autodidatta.

Sostanzialmente la mia vita professionale si svolge tutta all’interno di Report, per il quale mi sono occupato per quasi 10 anni delle rubriche “goodnews” e “c’è chi dice no”.

Ho due bambini piccoli e non riesco ad abbandonare la mia bellissima Pisa.

Blog di Giuliano Marrucci

Società - 23 gennaio 2014

Sanità, curare tutti e bene: la via toscana al socialismo

Massima professionalità, tempi rapidi, costi bassi e tanta gentilezza. Questo in estrema sintesi il resoconto del mio breve viaggio all’interno della Sanità toscana. La breve avventura comincia venerdi 10 gennaio con una visita dal medico di famiglia. Quando entro in ambulatorio prendo il mio numerino, calcolo circa 20 minuti a paziente, vado a sbrigare le […]
Economia & Lobby - 2 luglio 2013

Università e ricerca: la grande bufala della meritocrazia (Rettifica)

Riceviamo e pubblichiamo la rettifica dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN)  L’articolo contiene gravi inesattezze per quanto riguarda il progetto SuperB. In particolare: 1)   Il prof Petronzio non si è autonominato, ma è stato nominato dall’Assemblea del Consorzio nel Novembre 2011, quindi ben oltre la cessazione del suo mandato come presidente e non prima, come scrive Marrucci 2)   Il consorzio ha speso 900.000 […]
Politica - 27 giugno 2013

Di Polizia ne basta una

In Italia ci sono 5 forze di Polizia nazionali. Che vuol dire che in ogni zona ci sono 5 centrali operative che fanno più o meno le stesse cose e ci costano una barca di quattrini. Vuol dire anche 5 numeri diversi per le emergenze. E questo all’Europa non va giù, perchè in tutta Europa […]
Società - 19 ottobre 2011

E voi, quanto siete indignati?

La domanda è: siete più incazzati con chi sabato a Roma tirava le pietre o con Mario Draghi? Incide di più sulla qualità della vostra vita un manipolo di giovani esaltati che fa 5 milioni di euro di danni (stime di certa stampa, tutte da verificare) o chi impone tagli al welfare per decine di […]
Sport & miliardi - 22 settembre 2011

Contro il calcio moderno

L’ultimo pittoresco episodio è quello dell’Anzhi Makhachkala, la squadra del Daghestan che quest’estate ha conquistato le cronache italiane con l’acquisto di Samuel Etoo. Il fuoriclasse camerunense ha accettato di trasferirsi dalla Milano da bere in una regione sull’orlo della guerra civile non solo perché così il suo ingaggio passa dai miseri 11 milioni garantiti dall’Inter […]
Società - 19 settembre 2011

Se le case farmaceutiche scoprono gli open data

Quando, prima al mondo, Ilaria Capua e il suo gruppo di lavoro dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, nel 2006, riescono a isolare il virus dell’aviaria, la prima cosa che gli viene proposta è di mettere i risultati al sicuro in una banca dati superblindata dove ha accesso solo la superélite internazionale della ricerca scientifica, della quale […]
Società - 16 settembre 2011

A cosa servono i padroni se c’è l’open source

Era il 1991 quando in un modesto newsgroup di smanettoni, un giovane norvegese di nome Linus Torvalds pubblicava una versione preliminare di un sistema operativo tutto nuovo. Nome in codice: Linux. 20 anni dopo quel sistema operativo gestisce la gran parte dei server web del pianeta, il 91% dei 500 supercomputer più grandi al mondo, […]
Mondo - 13 settembre 2011

Cina e Usa, se il mondo cambia dalle fondamenta

Se mi trovassi di fronte alla classica scelta dei due libri da portare nell’isola deserta, oggi come oggi non avrei dubbi: Il lungo XX secolo e Adam Smith a Pechino di Giovanni Arrighi. Il tracollo che sta investendo l’economia globale secondo Arrighi è il quarto in ordine cronologico da quando nel XIII secolo i genovesi […]
Media & Regime - 9 settembre 2011

Prove di censura globale

A parte chi è impeganto a organizzare festini targati Tarantini, i governanti di mezzo mondo ormai hanno capito che ad aspettarli sono tempi duri, e che bisogna attrezzarsi. L’ultimo in ordine cronologico è stato David Cameron, che dopo la rivolta invece di cercare di spiegarne le cause, non ha trovato di meglio che proporre la censura […]
Economia & Lobby - 7 settembre 2011

Ecco chi uscirà indenne dalla crisi

L’11% del Pil cinese, nel 2008, dipendeva dalle esportazioni. Poi è arrivata la crisi, e le esportazioni sono calate del 40%. I cinesi hanno capito che la crisi non sarebbe stato un pranzo di gala, e hanno capito che per uscirne l’unica strada percorribile era rilanciare il mercato interno. Nasce così un piano di investimento […]
Legalizzazione droghe leggere, tuteliamo i giovani e la libertà
Quando le stalker sono le amiche adolescenti

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×