/ di

Chiara Pracchi Chiara Pracchi

Chiara Pracchi

Collaboratrice di Saveria Antiochia-Omicron

Giornalista per passione, mi sono avvicinata ai temi dell’antimafia perché non sono mai riuscita ad aderire a un partito politico. Qualunquista? Antipolitica? Forse. Ma da instancabile rompiballe quale sono, non sono mai riuscita ad aderire fino in fondo a un’ideologia o a un’organizzazione. Non così per l’antimafia. Nella lotta alle organizzazioni mafiose ho ritrovato i valori dell’antifascismo, delle lotte sindacali e dell’ambientalismo che mi appartengono. Per questo nel 2009 ho incominciato a collaborare con l’Associazione e Centro Studi Saveria Antiochia-Omicron www.omicronweb.it.

L’Associazione si occupa di portare nelle scuole i temi della legalità democratica, della mafia e dell’antimafia, della cittadinanza attiva e dei diritti umani www.centrostudisao.org, mentre con il sito www.omicronweb.it/omicronweb/ fa informazione sulla presenza delle mafie al Nord.

Con questo blog vorrei raccontare esperienze positive nella lotta contro le organizzazioni mafiose che solitamente non trovano spazio negli articoli dei giornali, più concentrati sulla cronaca giudiziaria, ma non per questo meno importanti.

Il gruppo Facebook di Sao è www.facebook.com/groups/232791926736488/?fref=ts

Blog di Chiara Pracchi

Economia & Lobby - 19 maggio 2013

Antiriciclaggio, a Milano la prima banca dati

Dal 2007, con il recepimento della terza direttiva europea, la pubblica amministrazione, e quindi i comuni, hanno l’obbligo di vigilare sulle attività di riciclaggio. Nonostante ciò, fino ad oggi nessuna grande città si era dotata dei mezzi per contrastare il reimpiego di denaro proveniente da attività illecite. Da questa settimana Milano può ben vantarsi di […]
Giustizia & Impunità - 8 aprile 2013

Caro sindaco Celeste, essere contro le slot non basta per rifarsi una verginità

Che il sindaco di Sedriano, comune alle porte di Milano, fosse persona da non lasciarsi smontare facilmente, lo aveva già dimostrato in varie occasioni. Una per tutte, la resistenza a presentare quelle dimissioni che da gran parte del suo paese gli vengono chieste, dopo che l’inchiesta sul clan Di Grillo-Mancuso (la stessa che ha rivelato la presunta […]
Società - 16 gennaio 2013

Videopoker e slot-machine, la riscossa dei sindaci lombardi

“Limitare la diffusione delle slot machine e proteggere le persone dai rischi del gioco d’azzardo patologico dovrebbe essere un obiettivo comune a destra e a sinistra. Invece, quando nell’estate del 2010, abbiamo sospeso il rilascio delle autorizzazioni per impedire l’insediamento di 5-6 nuove sale giochi, l’assessore Romano La Russa ci ha scagliato contro una violenta […]
Cronaca - 11 gennaio 2013

Pavia, libri bruciati e una brutta aria

Comprereste un libro annacquato e bruciato? Non è una domanda retorica o l’incipit di una brutta pubblicità, ma un invito a farlo. I libri sono quelli di Giovanni Giovannetti, giornalista, fotografo, editore e attivista pavese, che ignoti hanno bruciato introducendosi nel sottoscala di casa sua. Sul fatto che l’incendio sia doloso, non ci sono dubbi: il quadro elettrico, […]
Società - 5 novembre 2012

Beni confiscati alle mafie, qualcosa sta cambiando?

Il Festival dei Beni confiscati alle mafie, che si terrà a Milano nel week end 9-10-11 Novembre, costituisce un altro segno dell’atteggiamento profondamente diverso con cui l’amministrazione cittadina ha deciso di affrontare il problema mafie. Organizzato dal Comune, dall’Agenzia per i beni confiscati, da Libera, dalla Fondazione Milano e da Radio Popolare, vedrà una novantina di […]
Cronaca - 27 ottobre 2012

Peppino Impastato ha una nuova biblioteca

Molti ricorderanno la decisione del sindaco di Ponteranica, Cristiano Aldagani, di togliere l’intestazione della Biblioteca Comunale a Peppino Impastato. Come per la vicenda dei Soli delle Alpi di Adro, il provvedimento assunse un valore simbolico e programmatico, soprattutto perché fu il primo atto in assoluto della giunta appena eletta. Erano i tempi del leghismo rampante al […]
Lobby e parlamentari, Pietro Grasso: “Chi sa denunci. Serve legge per regolarle”
Condono edilizio, giusto ritirarlo. Non era d’aiuto all’Emilia

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×