L’inerzia ora è tutta dalla sua parte: Jorge Martin vince la sprint race del Gp di Indonesia e va in testa al Mondiale MotoGp scavalcando Pecco Bagnaia, che non è andato oltre l’ottava posizione. Lo spagnolo della Ducati Pramac ora ha 7 punti di vantaggio sul campione del mondo in carica, soprattutto ha una forma e un feeling con la moto che a sei Gran Premi dalla fine della stagione lo rendono il favorito per il titolo. Sul podio alle sue spalle le altre due Ducati del team Mooney VR46 di Luca Marini, scattato dalla pole position, e Marco Bezzecchi. Grazie al risultato odierno la Ducati, che ha piazzato ancora una volta tre piloti sul podio, si è aggiudicata ufficialmente il Mondiale costruttori 2023.

Ai piedi del podio Maverick Vinales con un’Aprilia da cui era lecito aspettarsi di più, seguito da Fabio Quartararo ritrovato sulla Yamaha, Fabio Di Giannantonio ed Enea Bastianini, settimo. I due piloti italiani hanno condotto un’ottima sprint, tenendosi alle spalle proprio Bagnaia, scattato 13esimo. A fine gara il piemontese si è mostrato furioso ai microfoni: “Mi girano i cog…, oggi era tosta, sapevo che sarebbe stata dura partendo così indietro. Mi manca proprio il ritmo i primi giri con la gomma nuova, non riesco a spingere ho una moto molto nervosa”. Bagnaia si sfoga intervistato da Sky Sport, consapevole che il Mondiale gli sta sfuggendo di mano: “Ho mancato la Q2 per niente, lo stesso tempo mi sarebbe valso la seconda fila. Queste cose ogni tanto possono succedere, ma sarebbe stata una gara diversa. Bastianini? L’unico modo per passarlo oggi era buttarlo fuori, ma non è mio modo di vedere le cose e le gare, più di così non riuscivamo a fare oggi”.

La nuova classifica piloti della MotoGp 2023
Martin (Ducati Pramac) 328
Bagnaia (Ducati) 321
Bezzecchi (Ducati VR46) 272
Binder (Ktm) 201
A. Espargaro (Aprilia) 171
Zarco (Ducati Pramac) 162
Vinales (Aprilia) 145
Marini (Ducati VR46) 144
Miller (Ktm) 126
Quartararo (Yamaha) 116

Articolo Precedente

MotoGp, Marc Marquez ufficializza il passaggio in Ducati: nel 2024 correrà con il fratello Alex per il team Gresini

next
Articolo Successivo

“Schumacher entrò nel mio ufficio e chiuse la finestra. Non voleva l’aria da fuori”: gli aneddoti di Montezemolo sugli anni in Ferrari

next