Vanno avanti serrati, anzi “sterrati”, i test dell’Audi RS Q e-tron E2, vettura da corsa realizzata dalla casa dei Quattro Anelli per partecipare alla Dakar. Il prototipo elettrico con range extender ha percorso oltre 4.200 chilometri sulle strade (e sulle sabbie) del Marocco, affrontando temperature infernali e fondi a bassissima aderenza. Tre gli equipaggi di Audi Sport che stanno mettendo alla frusta il mezzo, saggiandone i limiti e perfezionando la messa a punto. Altri 2.000 chilometri di test erano stati portati a termine in Europa. L’esordio in gara è previsto per inizio ottobre.

“Il programma prevedeva nove giorni di test, così che ogni equipaggio avesse modo di provare la vettura per tre giorni”, spiega Arnau Niubç Bosch, Project Leader Track Operations: “Gli obiettivi principali erano due: sviluppare Audi RS Q e-tron E2 in vista della Dakar e far sì che piloti e navigatori familiarizzassero con le novità introdotte dallo step evolutivo E2. L’alleggerimento dell’auto, infatti, schiude nuove opportunità per il setting d’assetto sospensioni. Ci stiamo muovendo nella direzione corretta, tanto che la trazione elettrica scarica a terra la potenza in modo più fluido rispetto al passato”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mercedes-AMG C 63 S E Performance, l’ibrida plug-in sfiora i 700 CV – FOTO

next
Articolo Successivo

Mercedes-Benz al salone nautico di Genova: “Puntiamo all’extra-lusso”

next