Una tre giorni per studiare e approfondire i temi legati ad ambiente, welfare e mezzogiorno. Questa l’offerta della terza edizione della scuola di politica di Patria e Costituzione, il partito fondato da Stefano Fassina. La formazione inizierà il 2 settembre a Roma, al centro congressi Frentani: oltre trenta gli ospiti attesi, tra politici e accademici, che si confronteranno sui temi che accendono il dibattito pubblico.

“Quando l’eccezione del tragico, come la guerra, irrompe e spezza il corso normale della storia, è tempo di porre mano al pensiero”, spiega la locandina del programma, il cui obiettivo dichiarato è quello di riportare la sinistra al centro della cultura politica. Per questo la guerra che sta travolgendo il cuore dell’Europa sarà un tema cardine dei panel. Dopo l’apertura dei lavori, si comincerà infatti con l’incontro Ucraina anno zero. Una guerra tra mondi. La guerra viene analizzata con un taglio geopolitico e storico, come nell’incontro Da Gorbacev a Putin. Geopolitica della Russia. All’interno dell’analisi degli scenari internazionali verrà affrontato il rapporto tra Europa e Stati Uniti, mentre per raccontare la minaccia delle potenze autocratiche sarà presa come caso studio l’ascesa cinese.

L’obiettivo è “non solo deprecare ma comprendere”, si legge sul sito della scuola di formazione, tutti i temi divisivi che saranno protagonisti al centro congressi di via Frentani. Ad esempio, sarà un argomento ricorrente la difesa del welfare state, contrapposta alla deregolamentazione proposta tradizionalmente dalla destra durante ogni campagna elettorale. I panel che si susseguiranno sono la base teorica all’assemblea sociale per la coalizione politica, che si terrà domenica 4 settembre a conclusione dei lavori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aborto, Fratelli d’Italia rilancia l’obbligo di sepoltura dei feti: “Anche senza consenso dei genitori”. Pd: “Orrore, proposta oscurantista”

next
Articolo Successivo

Segretario della ministra e tesoriere di Italia Viva: scelto per l’Ufficio antidiscriminazioni (che la Ue vorrebbe indipendente dalla politica). Stipendio? 160mila euro

next