Un quotidiano servizio di controllo del territorio si è trasformato in una corsa contro il tempo per salvare la vita di un uomo, quando sabato sera alcuni agenti sono stati avvicinati in Corso Moncalieri da un passante che ha visto il 55enne salire sul parapetto del ponte Vittorio Emanuele I con il chiaro intento di saltare.

Rapida è stata la risposta degli operatori delle volanti del Commissariato Centro e dell’UPGSP intervenute. Giunti sul posto, gli agenti hanno visto l’uomo in grave difficoltà e alcuni di loro non hanno esitato a lanciarsi in acqua per raggiungerlo, dato che si trovava molto distante dalla riva, mentre altri da terra coordinavano le operazioni di soccorso.

Quando sono riusciti a raggiungere il soggetto, che rischiava di annegare essendosi incastrata una gamba tra le rocce, lo hanno liberato e riportato a riva sulle sponde di Corso Casale, dove vi era un’ambulanza che lo ha trasportato in ospedale in codice giallo. Durante l’intervento, uno degli operatori ha riportato una distorsione del polso sinistro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Carlotta Grippaldi, la torinese di 27 anni morta dopo essere stata colpita da una persiana mentre passeggiava in strada a Briançon

next
Articolo Successivo

Venezia, bambina di un anno e otto mesi investita da un’auto che faceva manovra in retromarcia. Alla guida c’era il papà

next