Il leader del M5s Giuseppe Conte è salito al Quirinale nella serata di mercoledì per un colloquio con il capo dello Stato Sergio Mattarella. La notizia è stata confermata a ilfattoquotidiano.it. La presidenza della Repubblica non conferma e non smentisce. Il confronto è durato oltre un’ora ed è terminato intorno alle 21. L’oggetto del confronto ha riguardato i giorni complicati dei 5 Stelle dentro il governo, partiti con la scissione operata dal ministro Luigi Di Maio e proseguiti – in queste ore – con il retroscena secondo il quale il presidente del Consiglio Mario Draghi avrebbe chiesto al garante del Movimento Beppe Grillo di rimuovere Conte dalla leadership. Una ricostruzione confermata in un’intervista al Fatto dal sociologo Domenico De Masi, testimone dei racconti di Grillo ai parlamentari in questi giorni di riunioni con i gruppi M5s.

Secondo quanto ricostruisce l’agenzia Ansa il capo dello Stato e Conte si erano già sentiti nei giorni scorsi, dopo la scissione, e si erano dati appuntamento per un incontro al Colle in questi giorni (senza stabilire una data precisa). Poi la situazione è precipitata nelle ultime ore, tanto che il capo del governo Draghi ha anticipato il suo rientro dal vertice Nato di Madrid per presiedere il consiglio dei ministri di giovedì sulle bollette.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ius scholae, Molinari (Lega) minaccia la crisi di governo: “Perché non si parla di caro gasolio? Difficile spiegare agli elettori perché restiamo”

next
Articolo Successivo

Tensioni nel governo, Draghi rientra in anticipo dal vertice Nato: non solo il fronte M5s, la Lega alza la voce e la destra si ricompatta contro lo ius scholae

next