“La scissione di Luigi Di Maio non ha a che fare con l’invio di armi in Ucraina. È una lotta di potere che riguarda il secondo e terzo mandato e le nomine interne”. A dirlo è stato l’ex grillino ed ex Iena, Dino Giarrusso, che ha lasciato il Movimento un mese fa, fuori da Palazzo Madama, a Roma, in merito alla scissione del ministro degli Esteri dal M5s. Giarrusso ha attaccato anche Giuseppe Conte, reo, a suo dire, di aver “azzerato la democrazia interna. Questo è uno spettacolo penoso legato alle poltrone”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Luigi Di Maio, siamo al teatrino dell’antipolitica

next
Articolo Successivo

M5s, la conferenza stampa di Luigi Di Maio: segui la diretta

next