“Ora finalmente ci troviamo ad affrontare questa dipendenza, economica ed energetica dalla Russia che ora rischia di diventare una sottomissione più che una dipendenza”. Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo all’evento in memoria del professor Alberto Alesina e alla presentazione dell’Alberto Alesina Young Economist Award, un fondo per borse di studio e rispondendo a una domanda sulla de-globalizzazione dell’economia. “Quindi la risposta immediata – ha aggiunto – è che bisogna preparare un futuro per non dipendere più dalla Russia per il gas. Si utilizza la globalizzazione, in giro per il mondo, andiamo in Africa comprare il gas e ovunque nel mondo per acquistare le navi per il trasporto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giarrusso lascia i 5 stelle: “Conte dice che chiedevo poltrone? Mi diffama. Valuterò se dimettermi da eurodeputato ma non oggi”

next