Seicentosettantasette famiglie a rischio sfratto. E una coppia di genitori, con due figli di 11 e dieci anni, che proprio da oggi poteva ritrovarsi a vivere in strada. Tutto è iniziato, a Sesto San Giovanni, col cambio di giunta nel 2017: col passaggio dall’amministrazione di centrosinistra a quella di centrodestra, guidata da Roberto Di Stefano, è stato deciso di anticipare la rescissione dei contratti di sublocazione di centinaia di inquilini. Contratti assegnati dalle giunte precedenti, in assenza di case popolari, con privati.

“Quale essere umano si può immaginare di buttare fuori di casa una famiglia con bambini piccoli?”, si domanda l’avvocato Gianluigi Montalto dell’Unione Inquilini di Sesto. Con un’aggravante: “Queste famiglie non sono morose, pagano l’affitto ogni mese al Comune. E ora il Comune le ha sfrattate. L’ipotesi è che il Comune, per liberarsene, abbia smesso di pagare il proprietario dell’alloggio privato”. Ma allora che fine hanno fatto i soldi? “Lo dovrà accertare la Corte dei Conti”, risponde Montalto.

“Ciò che sta succedendo è vergognoso”, attacca Massimo De Rosa, consigliere regionale del Movimento 5 stelle, oggi presente nella ex Stalingrado d’Italia. “Fortunatamente siamo arrivati a un accordo tra inquilino e proprietà, in presenza dell’ufficiale giudiziario, e tutto è stato rimandato a settembre. È aberrante che un’amministrazione comunale agisca contro la legge e non garantisca le case ai cittadini che pagano l’affitto. Questa persone”, aggiunge De Rosa, mettendo l’accento sul fatto che a giugno si terranno le elezioni comunali, “sono pericolose”.

“A Sesto San Giovanni è in corso una guerra tra poveri voluta dal Comune”, dice Michele Usuelli, consigliere regionale di +Europa, anch’egli oggi a Sesto, e candidato a sostegno di ‘Sesto liberale e democratica’ del candidato sindaco Massimiliano Rosignoli. “Dato che questa famiglia paga regolarmente l’affitto, chi è che getta benzina sul fuoco? L’attuale sindaco ovviamente. Di Stefano trae enorme beneficio da questi episodi, perché distoglie la cittadinanza dalle gravi inadeguatezze della sua azione di governo del territorio”.

Video Ufficio stampa M5s

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mattarella: “Dai tanti magistrati assassinati lezione di comportamento e di interpretazione di questo ruolo”

next
Articolo Successivo

Attacco di hacker russi a siti italiani: ci sono anche quelli di Senato e Difesa. Rivendica il collettivo Killnet

next