La serata organizzata da Michele Santoro ha registrato il tutto esaurito. ‘Pace proibita’, che tra gli altri ha visto sul palco del Teatro Ghione di Roma Sabina Guzzanti, Elio Germano, Cecilia Strada e molti altri, ha voluto mostrare un’altra direzione rispetto alla corsa agli armamenti e alla crescente escalation bellica iniziata lo scorso 24 febbraio con l’invasione Russa dell’Ucraina. Prima dello spettacolo critiche da parte di Fiorella Mannaia, Vauro e Moni Ovadia a Stati Uniti, Europa e Italia ed anche Ascanio Celestini si dichiara contrario all’invio di armi in Ucraina.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Armi pesanti in Ucraina, Draghi taglia corto: “Non vogliamo escalation. Ma se Kiev non si difende non avrà la pace, ma schiavitù. Lealtà agli alleati non in discussione”

next
Articolo Successivo

Giorgetti: “Salvini a Mosca? Non mi risulta che sia in programma, serve prudenza”. Il leader della Lega precisa: “Non ho chiesto nessun visto”

next