Dalle 5.30 del 17 marzo si stanno registrando cancellazioni, limitazioni e ritardi fino a cinque ore nella circolazione dei treni Alta Velocità e regionali nei nodi di Firenze e Roma, con effetti anche sull’intero asse dell’alta velocità Torino – Salerno. A determinarli, fa sapere Rete ferroviaria italiana, sono stati problemi tecnici agli apparati di comando centralizzato e computerizzato del traffico in fase di risoluzione. Il problema è stato “generato dai sistemi di segnalazione prodotti da Bombardier Transportation“, ha fatto sapere Rfi, e “Alstom si scusa per l’inconveniente causato ai passeggeri.

Il traffico è ora in ripresa ma i treni notturni da Trieste a Roma, da Torino a Salerno e da Salerno a Torino registrano un “maggior tempo di percorrenza fino a 300 minuti”. Fino a 90 minuti di ritardo poi per l’FR 9606 Napoli Centrale (5:00) – Milano Centrale (9:24), l’FR 9505 Milano Centrale (5:10) – Salerno (11:27), l’FR 9300 Perugia (5:24) – Torino Porta Nuova (10:10) e l’ICN 1524 Reggio Calabria Centrale (21:43) – Torino Porta Nuova (16:25). Decine di treni che passano per il nodo di Roma hanno ritardi fino a un’ora o sono stati parzialmente o totalmente cancellati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Scippo di Stato

di Daniele Martini 12€ Acquista
Articolo Precedente

Roma, incentivi domenicali ai dipendenti Ama e più rifiuti ad Aprilia: il piano di Gualtieri per evitare una nuova emergenza

next