“Mentre molti Paesi europei stanno rimuovendo le restrizioni e ritornando a una vita normale notiamo che i tassi di infezione stanno aumentando” in alcuni Stati “nelle ultime settimane”. “Questo sembrava essere almeno guidato da un aumento della circolazione della sub-variante BA2 di Omicron“. Lo ha detto Marco Cavaleri, capo della task force Ema sui vaccini, durante una conferenza stampa. “Da un punto di vista regolatorio – ha aggiunto – non ci sono evidenze in studi clinici o da prove reali a sostegno di una raccomandazione per la popolazione generale di una seconda dose di richiamo o dose ‘booster’ di vaccini contro il Covid 19″.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Guerra Ucraina-Russia, il Viminale punta sui beni sequestrati alla mafia per rispondere all’emergenza profughi

next
Articolo Successivo

Esercito italiano: “Massima efficienza” delle armi. Ma solo sulla carta: di 125 carri armati ne funziona la metà. Le altre forze stanno peggio

next