Matteo Salvini andrà a processo con l’accusa di aver diffamato Carola Rackete, l’ex comandante della nave Sea Watch 3, la nave battente bandiera olandese utilizzata per il salvataggio di naufraghi nel mar Mediterraneo sulla rotta utilizzata per i flussi migratori dal Nord Africa. Il processo a Salvini si aprirà a Milano il 9 giugno. Deve rispondere di diffamazione aggravata nei confronti della 34enne tedesca perché tra il giugno e il luglio del 2019 durante alcune dirette su Facebook e post su Twitter utilizzò frasi come “quella sbruffoncella di questa comandante che fa politica sulla pelle di qualche decina di migranti”, “criminale tedesca”, “ricca tedesca fuorilegge”, “ricca e viziata comunista”.

La Procura di Milano, infatti, dopo aver disposto la citazione diretta a giudizio per l’ex ministro dell’Interno, difeso dal legale Claudia Eccher, ha da poco notificato la data di inizio del processo, davanti alla quarta penale, nel quale Rackete è parte civile, a seguito della denuncia, rappresentata dall’avvocato Alessandro Gamberini. Nei mesi scorsi, il gip di Milano Sara Cipolla, accogliendo la richiesta del pm Giancarla Serafini, aveva disposto, invece, l’archiviazione dell’accusa di istigazione a delinquere contestata sempre a Salvini dopo la denuncia della giovane.

Era finita nel dicembre 2021, invece, la vicenda giudiziaria di Rackete: per il giudice, infatti, aveva il dovere di sbarcare.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Ergastolo ostativo, procuratrice Dolci: “In oltre vent’anni di lavoro non abbiamo recuperato nemmeno uno ‘ndranghetista”

next
Articolo Successivo

Ponte Morandi, ok dei pm al patteggiamento di Aspi e Spea: verseranno quasi trenta milioni di euro per i lavori di retrofitting mai eseguiti

next