“Tutti i giorni cammino due ore e mi alleno per migliorare la qualità e la velocità dei miei passi. Al momento posso camminare fino a 500 metri, il mio obiettivo è di arrivare a un chilometro per l’estate“. Le parole di Michel Roccati, uno dei tre pazienti paralizzati che – dopo 4 anni – è tornato a camminare grazie a elettrodi impiantati nel midollo spinale. Il risultato, pubblicato su Nature Medicine, si deve al gruppo coordinato da Gregoire Courtine e Jocelyne Bloch del Politecnico di Losanna (Epfl), al quale l’Italia partecipa, con Silvestro Micera, che lavora fra Scuola Superiore Sant’Anna ed Epfl. Il dispositivo consiste in alcuni elettrodi innestati nel midollo spinale, che inviano ai muscoli di gambe e tronco gli stimoli elettrici generati esternamente da un computer controllato dal paziente.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vaccino Covid, bambini nati da madri immunizzate hanno anticorpi più alti rispetto a quelli da mamme positive

next
Articolo Successivo

Vaccino Covid, il report annuale Aifa: “Nel 2021 circa 0,2 decessi ogni milione di dosi”. “Vaccinazione è sicura anche in gravidanza”

next