“Siamo in piazza per cercare di svegliare dal torpore la nostra vertenza. Air Italy è la più grande azienda che ha portato avanti i licenziamenti sotto pandemia. Siamo qui per chiedere di riattivare il tavolo sospeso a fine dicembre. Chiediamo che il settore del trasporto aereo venga definito area di crisi complessa, così che ci si possa dotare di strumenti speciali vista la situazione, vista la pandemia”. Sono le parole di Emiliano Baragatti, segretario nazionale Associazione Piloti, che ha partecipato al presidio dei lavoratori di Air Italy sotto il ministero dello Sviluppo economico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brunetta-Jekyll attacca gli statali in smart working. Ma Brunetta-Hyde ha firmato le linee guida che consentono il lavoro agile

next
Articolo Successivo

Milano, due ispettrici del lavoro minacciate dal titolare di una società. Il direttore Giordano: “Chi non rispetta le regole ne risponderà”

next