I video girati dai geologi di Tonga mostrano un’enorme nuvola di cenere che ricopre l’isola dopo l’eruzione del vulcano sottomarino che ha provocato anche uno tsunami nel pacifico. A causa della cenere che ha ricoperto la pista del principale aeroporto, gli aerei di aiuti inviati dalla Nuova Zelanda non possono atterrare, lo riporta la Bbc.

Circa 200 persone hanno cercato ieri di ripulire la pista come potevano ma ne erano stati liberati soltanto 100 metri. Il ministro degli Esteri neozelandese Nanaia Mahuta ha spiegato che un C-130 carico di aiuti umanitari, soprattutto acqua che in questo momento è l’emergenza principale ma anche generatori e kit igienici, è pronto a decollare per Tonga ma la cenere in questo momento rende impossibile l’operazione. Quanto alle navi militari con i rifornimenti ci vorranno almeno tre giorni prima che riescano a raggiungere l’arcipelago.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Francia, definì i minori migranti “ladri, assassini e stupratori”: condannato il candidato di estrema destra Zemmour

next
Articolo Successivo

Anders Breivik, il terrorista della strage di Utoya chiede la libertà condizionale. E fa il saluto nazista in tribunale

next