“Ho sbagliato a non vaccinarmi. Non si può rischiare di morire nell’arco di poche ore”. Pietro Candela, ristoratore di Bolzano è ricoverato in terapia intensiva da inizio gennaio dopo aver contratto il Covid. Ora spera in buone notizie dai medici, ma, in un videomessaggio, racconta di essersi pentito di non aver fatto il vaccino. “I medici sono stati fantastici e mi hanno messo di fronte alla realtà. È stato un percorso duro che spero finisca presto – ha detto – Ho fatto una scelta sbagliata e ho fatto rischiare la vita anche a mia madre e mia moglie. Non pensavo che il virus potesse essere così”. Poi, l’appello a chi non ha ancora deciso di vaccinarsi: “Che questo mi serva da lezione e aiuti qualcuno a prendere subito la decisione di vaccinarsi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

L’immunologa Viola sotto scorta dopo minacce dei No vax: “Stacco prima dal lavoro, anche i carabinieri devono tornare da loro famiglie”

next