Il Parlamento francese ha definitivamente adottato il disegno di legge che prevede l‘attuazione del “pass vaccinale”, equivalente al nostro super Green pass con 215 voti a favore, 58 contrari e 7 astensioni. Si tratta del dodicesimo testo di emergenza sanitaria in Francia dall’inizio della pandemia, a marzo 2020. Il voto definitivo dell’Assemblea nazionale è arrivato dopo una battaglia parlamentare durata una decina di giorni, ma non è ancora finita. Prima che il ddl entro in vigore, i parlamentari socialisti hanno annunciato di voler sottoporre il testo al Consiglio costituzionale affinché sia garantito il rispetto delle “libertà fondamentali”: una pratica che rinvierà di alcuni giorni la promulgazione della legge.

Il testo varato dai deputati è simile a quello che avevano votato la settimana scorsa, ma con alcune modifiche. Per esempio, il pass vaccinale non si imporrà agli adolescenti fra 12 e 16 anni, i quali dovranno comunque avere un pass sanitario per accedere in molti luoghi. La decisione di oggi pone fine a una lunga discussione che nella giornata di sabato 15 gennaio aveva costretto i deputati a una lunga seduta durata fino alle 4 del mattino, al termine della quale era stato approvato il passaggio da “pass sanitario” a “pass vaccinale” in seconda lettura.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, Austria verso l’obbligo vaccinale per gli over 18 con sanzioni fino a 3.600 euro: giovedì il voto in parlamento

next
Articolo Successivo

Siria, condanne ai torturatori di Assad ma i Paesi arabi riallacciano rapporti con Damasco: “Potrebbero influenzare anche l’Occidente”

next